SÊMI

senza infamia e senza lode

5 - 10 Maggio 2020
© Filippo Manzini
martedì 5 Maggio h 20:30
mercoledì 6 Maggio h 19:15
giovedì 7 Maggio h 20:00
venerdì 8 Maggio h 20:30
sabato 9 Maggio h 21:00
domenica 10 Maggio h 15:45

Sala AcomeA

1 ora e 30 minuti

Intero 15€; under26 13€; over65 15€

Questo spettacolo è inserito nell’abbonamento Abbonamento LiberoPassepartoutAbbonamento SpecialeAbbonamento ClassicoCard ACard B

Biglietteria
via Pier Lombardo 14
02 59995206
biglietteria@teatrofrancoparenti.it

Restiamo in contatto
newsletter

Condividi

testo e regia Marco Zoppello
adattamento a cura della compagnia
con Sara Allevi, Giulio Canestrelli, Anna De Franceschi, Michele Mori, Marco Zoppello
e con Matteo Pozzobon
scenografia Alberto Nonnato
maschere Roberta Bianchini
costumi Lauretta Salvagnin
luci Matteo Pozzobon
habitat sonoro Giovanni Frison
consulenza video Raffaella Rivi

produzione Stivalaccio Teatro / Operaestate Festival Veneto
con il sostegno di Teatro della Toscana (progetto studio teatro) La Corte Ospitale (progetto residenze 2018)
testo finalista al Premio Hystrio Scritture di Scena 2018

Tra dramma e ironia, risate e commozione, in scena i vizi e i difetti del vivere del nuovo millennio.

Da qualche parte in mezzo alla neve si trova la “Banca Mondiale dei Semi”, costruita per custodire e difendere almeno un esemplare di ogni semente presente in natura. È la vigilia di Natale e a presidiare questo patrimonio naturale di oltre 84 mila esemplari ci sono tre soldati italiani: il Sergente Maggiore Mario Zoppei, caposquadra latinista, il giovane e irrequieto Soldato Scelto Mario Rossi e il Soldato Giorgio Morello, prolungamento in divisa del suo stesso tablet. Mentre si consuma il loro ultimo giorno di servizio, la base viene presa di mira da una coppia di eco-terroriste, due schegge impazzite tra la neve, determinate a liberare le piante da questa prigione di cemento.

Questi personaggi con i volti nascosti da maschere dai tratti caricati e deformi, a metà tra il fumetto e la satira espressionista del ‘900, sono dei piccoli mostri. E, come le antiche maschere della Commedia dell’Arte, sgomitano per trovare il loro spazio nella società, dove il confine tra bene e male è estremamente labile e il fine, forse, giustifica i mezzi. Semi è una farsa grottesca, un ring dove ignavi, ipocriti, violenti e iracondi si sono dati appuntamento.

  • 1 di 8. © Filippo Manzini
  • 2 di 8. © Filippo Manzini
  • 3 di 8. © Filippo Manzini
  • 4 di 8. © Filippo Manzini
  • 5 di 8. © Filippo Manzini
  • 6 di 8. © Filippo Manzini
  • 7 di 8. © Filippo Manzini
  • 8 di 8. © Filippo Manzini
Restiamo in contatto
newsletter

Condividi
Restiamo in contatto
newsletter

Condividi

5 - 10 Maggio 2020

acquista biglietti
martedì 5 Maggio h 20:30
mercoledì 6 Maggio h 19:15
giovedì 7 Maggio h 20:00
venerdì 8 Maggio h 20:30
sabato 9 Maggio h 21:00
domenica 10 Maggio h 15:45

Sala AcomeA

1 ora e 30 minuti

Intero 15€; under26 13€; over65 15€

Questo spettacolo è inserito nell’abbonamento Abbonamento LiberoPassepartoutAbbonamento SpecialeAbbonamento ClassicoCard ACard B

Biglietteria
via Pier Lombardo 14
02 59995206
biglietteria@teatrofrancoparenti.it

Indietro

SÊMI

5 - 10 Maggio 2020
Ti potrebbe interessare

La banca dei sogni

23 - 30 ottobre 2020

È possibile inquadrare e fotografare un periodo storico, la società, l’umanità attraverso la lente del sogno? La compagnia Milanese Domesticalchimia si cimenta in questa sfida con uno spettacolo/inchiesta sull’evolversi della nostra attività onirica per comprendere i tarli del nostro tempo.