Teatro Racconto d’estate
15 - 31 Maggio 2020 acquista biglietti

Racconto d’estate

15 - 31 Maggio 2020
venerdì 15 Maggio h 20:30
sabato 16 Maggio h 21:00
domenica 17 Maggio h 15:45
martedì 19 Maggio h 20:30
mercoledì 20 Maggio h 19:15
giovedì 21 Maggio h 20:00
venerdì 22 Maggio h 20:30
sabato 23 Maggio h 21:00
domenica 24 Maggio h 15:45
martedì 26 Maggio h 20:30
mercoledì 27 Maggio h 19:15
giovedì 28 Maggio h 20:00
venerdì 29 Maggio h 20:30
sabato 30 Maggio h 21:00
domenica 31 Maggio h 15:45

Sala AcomeA

Platea > intero 25€; under26 13€; over65 15€; convenzioni 18€
Galleria > intero 18€; under26 13€; over65 15€; convenzioni 15€

Questo spettacolo è inserito nell’abbonamento Abbonamento LiberoPassepartoutAbbonamento ClassicoCard ACard B

Biglietteria
via Pier Lombardo 14
02 59995206
biglietteria@teatrofrancoparenti.it

Restiamo in contatto
newsletter

Condividi

di Fabrizio Sinisi
regia Claudio Autelli
scene e costumi Maria Paola di Francesco
sound design Gianluca Agostini
cast in via di definizione

produzione Centro Teatrale Bresciano / Teatro Franco Parenti

si ringrazia Associazione Culturale LAB 121 per la collaborazione

Noir, favola nera, tragedia e melò. Sul testo del giovane Fabrizio Sinisi, vincitore del Premio Giovanni Testori 2018 per la letteratura, Claudio Autelli ci trasporta in una Madrid notturna e surreale in cui la scomparsa di Luis, ragazzo d’incredibile bellezza, sconvolge quattro differenti e contorte anime a lui legate: genitori, amica e amante.

Racconto d’estate disegna in modo totalmente inedito quel diagramma impossibile che è la famiglia; il rapporto inesauribile tra genitori e figli mentre questi rincorrono perennemente novità irraggiungibili, la maturità, il compimento, il destino. Una moderna riflessione sui temi dell’identità e del genere, della giovinezza e della maturità, dell’erotismo e della bellezza.

Tutti i personaggi del testo di Sinisi sono mossi da un senso di mancanza, di desiderio per qualcosa al di fuori di loro stessi. Il tema dell’identità è al centro della pièce. L’identità come tensione, come recupero, come ricomposizione, come definizione del sé. L’autore compone uno spartito in cui questi “frammenti d’identità” suonano le loro note dolenti. Assistiamo a un vero e proprio canto che racconta lo smarrimento di un senso di unità perduto.
Claudio Autelli
Restiamo in contatto
newsletter

Condividi
Restiamo in contatto
newsletter

Condividi

15 - 31 Maggio 2020

acquista biglietti
venerdì 15 Maggio h 20:30
sabato 16 Maggio h 21:00
domenica 17 Maggio h 15:45
martedì 19 Maggio h 20:30
mercoledì 20 Maggio h 19:15
giovedì 21 Maggio h 20:00
venerdì 22 Maggio h 20:30
sabato 23 Maggio h 21:00
domenica 24 Maggio h 15:45
martedì 26 Maggio h 20:30
mercoledì 27 Maggio h 19:15
giovedì 28 Maggio h 20:00
venerdì 29 Maggio h 20:30
sabato 30 Maggio h 21:00
domenica 31 Maggio h 15:45

Sala AcomeA

Platea > intero 25€; under26 13€; over65 15€; convenzioni 18€
Galleria > intero 18€; under26 13€; over65 15€; convenzioni 15€

Questo spettacolo è inserito nell’abbonamento Abbonamento LiberoPassepartoutAbbonamento ClassicoCard ACard B

Biglietteria
via Pier Lombardo 14
02 59995206
biglietteria@teatrofrancoparenti.it

Indietro

Racconto d’estate

15 - 31 Maggio 2020
Ti potrebbe interessare

Opera panica

Cabaret tragico
24 Settembre - 13 Ottobre 2019

Un testo divertente, assurdo, violento e politico sulla ricerca della felicità. Niente moralismi, solo la grande poesia di Jodorowsky. Regia Fabio Cherstich.

Clôture de l’amour

16 - 30 Ottobre 2019

Pascal Rambert – drammaturgo, regista e autore tra i più tradotti e rappresentati a livello internazionale – mette in scena una rovente resa dei conti di una coppia giunta al capolinea. Con Anna Della Rosa e Luca Lazzareschi.

Marjorie Prime

24 Ottobre - 17 Novembre 2019

Dopo i successi di Buon anno, ragazzi e Per strada, Raphael Tobia Vogel affronta un nuovo capitolo del suo percorso, mettendosi alla prova con un testo che esplora il rapporto tra memoria e identità. Con Ivana Monti.

Gino il postino

5 - 24 Novembre 2019

Vi siete mai ritrovati seduti su una sedia, inermi rispetto alla vostra esistenza? Gino in una notte d’estate decide di alzarsi in piedi e di reagire. Un’ironica riflessione sulle relazioni umane e sulla fragilità degli uomini. Con Francesco Brandi.