Teatro Nato postumo
30 ottobre - 18 novembre 2018 acquista biglietti
30 ottobre - 18 novembre 2018
©Noemi Ardesi
martedì 30 ottobre h 21:30
mercoledì 31 ottobre h 21:15
giovedì 1 novembre h 19:00
venerdì 2 novembre h 21:30
sabato 3 novembre h 19:00
domenica 4 novembre h 18:00
martedì 6 novembre h 21:30
mercoledì 7 novembre h 21:15
giovedì 8 novembre h 19:00
venerdì 9 novembre h 21:30
sabato 10 novembre h 19:00
domenica 11 novembre h 18:00
martedì 13 novembre h 21:30
mercoledì 14 novembre h 21:15
giovedì 15 novembre h 19:00
venerdì 16 novembre h 21:30
sabato 17 novembre h 22:00
domenica 18 novembre h 21:00

Lo spettacolo è terminato per questa stagione. Visita la pagina Cartellone per vedere cosa è in scena al Parenti.

Sala Treno Blu

1 ora

Intero > 23,50€ + prev.
Ridotto Over65/Under26 > 15€ + prev.
Convenzioni* > 18€ + prev.
* le convenzioni sono valide tutti i giorni, esclusi venerdì e sabato.

Biglietteria
via Pier Lombardo 14
02 59995206
biglietteria@teatrofrancoparenti.it

Restiamo in contatto
newsletter

Condividi

uno spettacolo di e con Francesco Brandi
regista assistente Gabriele Gattini Bernabò
scene Alberto Accalai
luci Domenico Ferrari
costumi Simona Dondoni
sarta Caterina Airoldi

produzione Teatro Franco Parenti

con il sostegno di

Nato postumo è un diario d’estate. Uno sfogo che Gino, il protagonista, tiene dentro da sempre. Vi siete mai ritrovati seduti su una sedia, inermi rispetto alla vostra esistenza? Con la sensazione di avere poco tempo, e di non aver fatto nulla di veramente vostro? Senza nemmeno un soffitto a consolarvi?

Gino in una notte d’estate decide di alzarsi in piedi. E di reagire con le uniche due cose che gli sono rimaste: la bici e le parole. E mentre porta la posta nel suo piccolo paese di provincia, capisce che il problema del mondo è uno solo. Ed è molto più semplice di quello che pensano tutti.

Il grande problema del mondo è l’omissione di soccorso. Che è di tre tipi: verso noi stessi, verso gli altri, verso il mondo e la sua civiltà. Quante volte ce ne siamo macchiati, per paura, pigrizia, sciatteria, ignavia, incapacità? Quante volte ce ne macchieremo ancora?

  • 1 di 6. © Noemi Ardesi
  • 2 di 6. © Noemi Ardesi
  • 3 di 6. © Noemi Ardesi
  • 4 di 6. © Noemi Ardesi
  • 5 di 6. © Noemi Ardesi
  • 6 di 6. © Noemi Ardesi
Restiamo in contatto
newsletter

Condividi
Restiamo in contatto
newsletter

Condividi

30 ottobre - 18 novembre 2018

acquista biglietti
martedì 30 ottobre h 21:30
mercoledì 31 ottobre h 21:15
giovedì 1 novembre h 19:00
venerdì 2 novembre h 21:30
sabato 3 novembre h 19:00
domenica 4 novembre h 18:00
martedì 6 novembre h 21:30
mercoledì 7 novembre h 21:15
giovedì 8 novembre h 19:00
venerdì 9 novembre h 21:30
sabato 10 novembre h 19:00
domenica 11 novembre h 18:00
martedì 13 novembre h 21:30
mercoledì 14 novembre h 21:15
giovedì 15 novembre h 19:00
venerdì 16 novembre h 21:30
sabato 17 novembre h 22:00
domenica 18 novembre h 21:00

Lo spettacolo è terminato per questa stagione. Visita la pagina Cartellone per vedere cosa è in scena al Parenti.

Sala Treno Blu

1 ora

Intero > 23,50€ + prev.
Ridotto Over65/Under26 > 15€ + prev.
Convenzioni* > 18€ + prev.
* le convenzioni sono valide tutti i giorni, esclusi venerdì e sabato.

Biglietteria
via Pier Lombardo 14
02 59995206
biglietteria@teatrofrancoparenti.it

Ti potrebbe interessare

Per strada

2 - 12 maggio 2019

Un affresco divertente ma anche tragico dei trentenni di oggi. Di Francesco Brandi, regia Raphael Tobia Vogel, con Francesco Sferrazza Papa

L’operazione

19 - 31 marzo 2019

Dopo il successo della passata edizione, Rosario Lisma torna al Teatro Franco Parenti con L’operazione il tragicomico spettacolo che ironicamente smaschera ipocrisie, illusioni e crudeltà del mestiere precario dell’attore.

After Miss Julie

11 - 23 dicembre 2018

Gabriella Pession e Lino Guanciale in scena, con la regia di Giampiero Solari, per la nuova produzione del Teatro Franco Parenti. Testo di Patrick Marber.

Buon anno, ragazzi

2 - 21 ottobre 2018

Perché aspettare che tutto ci crolli addosso per essere migliori? Prosegue l’intesa tra la penna di Francesco Brandi e l’estro visivo di Raphael Tobia Vogel.