Musica The Migrant Nation / Musiche e narrazioni migranti
27 maggio 2018 acquista biglietti

The Migrant Nation / Musiche e narrazioni migranti

AGON Action Lab IV

27 maggio 2018
domenica 27 maggio h 21:00

Foyer basso

intero > 10€

Biglietteria
via Pier Lombardo 14
02 59995206
biglietteria@teatrofrancoparenti.it

AGON acustica informatica musica presenta

The Migrant Nation

drammaturgia Guido Barbieri
musica Michele Tadini
video Diego Ronzio

Guido Barbieri voce narrante
Pietro Pirelli percussioni, pietre e metalli
Michele Tadini live electronics

con la partecipazione di
Judith Ngome Ekwele
Ametovic Milivoje
Elona Aliko
Azzurra

Partecipanti al lab dalla Civica Scuola di Cinema e Musica
Maurizio Berta
Tarek Bouguerra
Vittorio Duò
Filippo Ripamonti

in collaborazione con Fondazione Archivio Diaristico Nazionale
DiMMi

Produzione AGON acustica informatica musica

Con il sostegno di SIAE (progetto SIAE Classici Oggi)
CIDIM
soggetto di rilevanza regionale Regione Lombardia

Guido Barbieri guiderà un viaggio attraverso le scritture migranti. Scrittura migrante intesa in senso letterale, scrittura migrante come passaggio di esperienze e d’idee, come rinascita, come rigenerazione. Nel concerto di chiusura degli AGON Action Lab si cercherà di mettere insieme più componenti, eterogenee per cultura, ambito e provenienza, ma assolutamente comuni nella loro narrazione, nella loro scrittura musicale, nel loro essere migranti.

Scritture migranti molteplici si intrecciano in viaggio, in una serie di incontri. Storie, racconti, musiche, esperienze, idee. La musica come ricordo, nostalgia della terra di origine. La musica come rinascita, come rigenerazione - nella sua possibilità di reinventarsi a ogni nuova migrazione. Una narrazione, una storia nota e nuova al tempo stesso. Quattro racconti di vita per le voci degli stessi protagonisti che queste storie le hanno vissute e scritte. Quattro giovani compositori, quattro incontri musicali tra origine e reinvenzione. Un tessuto unico, condotto da un unico percussionista. Trasfigurato dall’elettronica e in vero contrappunto con il video che si intreccia in una narrazione parallela. Scritture molteplici - migranti.
Michele Tadini
Sostiene Vladimir Nabokov che «patria è la lingua in cui si sogna.» Si potrebbe aggiungere che patria è anche la lingua in cui si scrive. Lo sanno bene i migranti e i migrati che dopo aver vissuto l’esperienza traumatica dell’abbandono delle loro terre sono approdati non solo ad un nuovo paese, ma anche ad una nuova lingua. E molti di loro l’hanno usata, e la stanno usando, per raccontare sé stessi. Un modo per acquisire, di fronte al silenzio colpevole dello stato, un privato, intimo ius soli. The Migrant Nation raccoglie quattro “scrittori” – nel senso lato di donne e uomini che scrivono – provenienti da quattro diversi angoli del mondo: la Nigeria, il Camerun, la Serbia e l’Albania. E fa ascoltare le loro voci. Voci che traducono in suoni le loro parole scritte. Le loro auto narrazioni. A legare insieme le “autobiografie migranti” ci sarà il filo di una favola: una favola africana che coniuga al presente il mito universale dell’Histoire du soldat: la storia di un violino e di un soldato, di un diavolo e di una principessa. E della musica che salva l’anima di un uomo. Una storia che racconta una migrazione senza fine, nel tempo e nello spazio.
Guido Barbieri

Hip Hop e Rap, Tango, Blues, Morna di Capo Verde, musica gitana, musiche migranti.

Sito Web
Scopri di più
Agon Action Lab
Restiamo in contatto
newsletter

Condividi
Restiamo in contatto
newsletter

Condividi

27 maggio 2018

acquista biglietti
domenica 27 maggio h 21:00

Foyer basso

intero > 10€

Biglietteria
via Pier Lombardo 14
02 59995206
biglietteria@teatrofrancoparenti.it

Ti potrebbe interessare

Una notte ai Bagni Misteriosi

Aspettando il concerto dell’alba
18 maggio 2018

Incontri e racconti sul ‘68 e una notte in tenda/sacco a pelo nei meravigliosi spazi dei Bagni Misteriosi in attesa dell’alba e del silent concert di Andrea Vizzini per Piano City Milano.

Tutti non ci sono

La legge 180
21 maggio 2018

Un uomo esce da un ospedale psichiatrico, ha una gabbietta vuota in mano e comincia a vagare per la metropoli. A 40 anni dalla legge Basaglia, Dario D’Ambrosi porta in scena il labile confine tra pazzia e normalità.

Mediterranean Ambassadors
feat Sandeep Das

Incontri musicali sulla via della seta
5 maggio 2018

Torna Irina Solinas e la musica degli ambasciatori lungo la Via della Seta. Questa volta sarà Sandeep Das e la sua incredibile India a prendere voce. Il workshop è aperto a musicisti e uditori.

Italian Box Office

1968 – 1978
26 - 28 maggio 2018

Quali sono i film che tra il 1968 e il 1978 hanno segnato l’immaginario italiano? Da Il laureato a La montagna sacra di Jodorowsky, una rassegna dei film che hanno totalizzato pubblico e incassi importanti in quel periodo.