Teatro Kaddish
16 - 30 Maggio 2019 acquista biglietti
16 - 30 Maggio 2019
© Laila Pozzo
giovedì 16 Maggio h 20:00
venerdì 17 Maggio h 20:30
sabato 18 Maggio h 21:00
domenica 19 Maggio h 15:45
martedì 21 Maggio h 20:30
mercoledì 22 Maggio h 19:15
giovedì 23 Maggio h 20:00
venerdì 24 Maggio h 20:30
sabato 25 Maggio h 21:00
domenica 26 Maggio h 15:45
martedì 28 Maggio h 20:30
mercoledì 29 Maggio h 19:15
giovedì 30 Maggio h 20:00

Sala AcomeA

1 ora

Prime file
Biglietto unico > 38€ + prev.
Platea
Intero > 30€ + prev.
Ridotto Over65/under26 > 18€ + prev.
Convenzioni* > 21€ + prev.
Galleria
Intero > 20€ + prev.
Ridotto Over65/under26 > 15€ + prev.
Convenzioni* > 18€ + prev.
* le convenzioni sono valide per platea e galleria, e per tutti i giorni, esclusi venerdì e sabato.

Questo spettacolo è inserito nell’abbonamento Abbonamento ClassicQuartetto 3piùUNOOttetto 6piùDUEAbbonAnno 2019Card LIGHT

Biglietteria
via Pier Lombardo 14
02 59995206
biglietteria@teatrofrancoparenti.it

Restiamo in contatto
newsletter

Condividi

testi Allen Ginsberg
traduzione Luca Fontana
con Ferdinando Bruni
regia e video Francesco Frongia
musiche Giovara/Giaccone

produzione Teatro dell’Elfo

Teatro e poesia. Un binomio che Ferdinando Bruni ha già sperimentato in spettacoli come Una stagione all’inferno, Una serie di stravaganti vicende, rimasti nella memoria di molti spettatori.

Dopo Rimbaud, Salinas e Poe, Bruni si mette alla prova con le parole di Allen Ginsberg, autore dallo stile anticonformista, non aulico e intimistico che riuscì, forse, a trarre i risultati più puri e interessanti dell’esperienza della “Beat Generation”.

Kaddish, testo in cui il poeta ha messo a nudo la propria anima, è una meditazione sulla morte della madre dell’autore scritta sotto l’effetto di anfetamine. La poesia di Ginsberg trova espressione in un verso che prende a modello la cadenza delle libere variazioni jazz di Charlie Parker, del bebop e della ritualità ebraica.

Nella messa in scena di Francesco Frongia la poesia diventa terreno ideale di incontro tra la musicalità della parola e la musica vera e propria e fondamento di uno spettacolo che si fa concerto.

Ginsberg stesso parla, a proposito dei suoi testi, di vocalizzazione musicale, canzoni, poesie sonore capaci di offrirsi “come qualcosa da utilizzare per la propria vita”. Bruni asseconda la struttura poetica originaria, il variopinto gioco vocale, l’intensità dell’iterazione, le ossessioni visionarie della poesia di Ginsberg fondendole alla ricerca di un nuovo spazio per la comunicazione che ridia senso, valore e peso alle parole, sottraendole all’usura della banalità quotidiana.

Un urlo che diventa grido disperato, lamentazione dolce e dolente nel kaddish per la madre morta in manicomio, “avvelenata d’immaginario”. E qui Bruni riesce a svelare le molteplici forme di questo canto d’amore, ora romazo, ora dramma, ora rabbiosa orazione, ora inno, ora tragedia.
Magda Poli - Corriere della Sera
Restiamo in contatto
newsletter

Condividi
Restiamo in contatto
newsletter

Condividi

16 - 30 Maggio 2019

acquista biglietti
giovedì 16 Maggio h 20:00
venerdì 17 Maggio h 20:30
sabato 18 Maggio h 21:00
domenica 19 Maggio h 15:45
martedì 21 Maggio h 20:30
mercoledì 22 Maggio h 19:15
giovedì 23 Maggio h 20:00
venerdì 24 Maggio h 20:30
sabato 25 Maggio h 21:00
domenica 26 Maggio h 15:45
martedì 28 Maggio h 20:30
mercoledì 29 Maggio h 19:15
giovedì 30 Maggio h 20:00

Sala AcomeA

1 ora

Prime file
Biglietto unico > 38€ + prev.
Platea
Intero > 30€ + prev.
Ridotto Over65/under26 > 18€ + prev.
Convenzioni* > 21€ + prev.
Galleria
Intero > 20€ + prev.
Ridotto Over65/under26 > 15€ + prev.
Convenzioni* > 18€ + prev.
* le convenzioni sono valide per platea e galleria, e per tutti i giorni, esclusi venerdì e sabato.

Questo spettacolo è inserito nell’abbonamento Abbonamento ClassicQuartetto 3piùUNOOttetto 6piùDUEAbbonAnno 2019Card LIGHT

Biglietteria
via Pier Lombardo 14
02 59995206
biglietteria@teatrofrancoparenti.it

Ti potrebbe interessare

Beauty Dark Queen

Lo strano caso di Elena di Troia
21 - 26 Maggio 2019

Una versione inedita della celebre leggenda di Elena di Troia per la regia, colta e originale, di Stefano Napoli. In scena due uomini, una donna, una dea e una statuetta. Sono Menelao, Paride, Elena, Afrodite, Eros.

La cometa

ispirato alla vita e all’opera di Bruno Schulz
3 - 6 Giugno 2019

Spettacolo in lingua inglese, ispirato alla vita e all’opera di Bruno Shulz, uno dei più celebri scrittori polacchi del XX secolo. In scena nove attori, con oggetti e marionette, immersi in un assurdo mondo del terrore in cui la materia vivente si mescola con l’inanimato.

Tango glaciale reloaded (1982 – 2018)

15 - 19 Maggio 2019

A distanza di trentasei anni Mario Martone ripropone il suo Tango Glaciale, confermando oggi come allora il carattere rivoluzionario del progetto.

Visite

6 - 27 giugno 2019

Ispirato al mito di Filemone e Bauci di Ovidio, il nuovo spettacolo della giovane compagnia Teatro dei Gordi indaga la metamorfosi come segno del tempo, utilizzando una forma teatrale che si affida al gesto, ai corpi con e senza maschere, a una parola-suono scarna e essenziale.