Incontri e Libri Il complesso legame degli ebrei con Israele
17 gennaio 2019 acquista biglietti

Il complesso legame degli ebrei con Israele

Dibattito in occasione della presentazione del libro
L’altro. Una storia mediorientale di Marina Ergas

17 gennaio 2019
giovedì 17 gennaio h 18:30

Foyer basso

Ingresso TFP cortesia 3,50€

Biglietteria
via Pier Lombardo 14
02 59995206
biglietteria@teatrofrancoparenti.it

Restiamo in contatto
newsletter

Condividi

Dibattito in occasione della presentazione del libro

L’altro. Una storia mediorientale di Marina Ergas, Europa Edizioni

intervengono Marina Ergas, Leo Nahon e Claudio Vercelli

introduce Andrée Ruth Shammah

Appena ventenne Marina Ergas si lascia alle spalle Milano e la vita agiata per trasferirsi in Israele e inseguire il suo desiderio di cambiare il mondo. Cinquant’anni più tardi, dopo aver assistito ad attentati e massacri e aver visto sgretolarsi i suoi ideali politici e sociali, piena di amarezza torna in Italia. L’altro. Una storia mediorientale racconta l’intensa esperienza dell’autrice in Israele, il suo incontro con l’altro e la disillusione che l’ha portata a scegliere di tornare indietro.
In occasione della presentazione del libro, l’autrice Marina Ergas dialoga con lo psicoanalista Leo Nahon sui vari aspetti di un legame profondo e viscerale, talvolta complesso e travagliato, ma mai indifferente. Interverrà lo storico Claudio Vercelli.

Restiamo in contatto
newsletter

Condividi
Restiamo in contatto
newsletter

Condividi

17 gennaio 2019

acquista biglietti
giovedì 17 gennaio h 18:30

Foyer basso

Ingresso TFP cortesia 3,50€

Biglietteria
via Pier Lombardo 14
02 59995206
biglietteria@teatrofrancoparenti.it

Ti potrebbe interessare

L’ebraismo, una chiave di lettura del mondo

Percorso di avvicinamento in dieci appuntamenti
18 novembre 2018 - 28 aprile 2019

Un cammino di avvicinamento al pensiero ebraico, come chiave di lettura del mondo e della vita nella sua complessità. Uno spunto per rimanere vigili, continuare a sviluppare il nostro spirito critico e guardare alla realtà con curiosità, umiltà e ottimismo.