25 Febbraio - 1 Marzo 2020
martedì 25 Febbraio h 20:00
mercoledì 26 Febbraio h 19:45
giovedì 27 Febbraio h 21:00
venerdì 28 Febbraio h 20:00
sabato 29 Febbraio h 20:30
domenica 1 Marzo h 16:15

Sala Grande
1 ora e 40 minuti

I settore > intero 38€
II, III e IV settore  > intero 30€; under26/over65 18€

Questo spettacolo è inserito nell’abbonamento Abbonamento LiberoAbbonamento SpecialeCard ACard B

Biglietteria
via Pier Lombardo 14
02 59995206
biglietteria@teatrofrancoparenti.it

Restiamo in contatto
newsletter

Condividi

da Bram Stoker
adattamento teatrale di Carla Cavalluzzi e Sergio Rubini
con Luigi Lo Cascio, Sergio Rubini
e con Lorenzo Lavia, Roberto Salemi, Geno Diana, Alice Bertini
regia Sergio Rubini
scene Gregorio Botta
costumi Chiara Aversano
musiche Giuseppe Vadalà
progetto sonoro G.U.P. Alcaro
luci Tommaso Toscano
regista collaboratore Gisella Gobbi

produzione Nuovo Teatro diretta da Marco Balsamo

Dopo il successo di Delitto/Castigo Luigi Lo Cascio e Sergio Rubini tornano al Parenti per un nuovo capolavoro della letteratura, l’ultimo grande romanzo gotico: Dracula di Bram Stoker.

Tra lupi che ululano, grandi banchi di foschia e croci ai bordi delle strade, Dracula è prima di tutto un viaggio notturno verso l’ignoto. Ma è anche un viaggio interiore che il procuratore londinese Jonathan Harker, incaricato di recarsi in Transilvania, è costretto a intraprendere. Tra mistero e scongiuri, il giovane avvocato viene calato in un clima di illusione: ancor prima di conoscere il Conte, già davanti al Castello, come chi sopraggiunge nell’Ade, comprende di essere finito in una tomba. E l’orrore provato durante quella visita, deborda e finisce con l’inghiottire tutta quanta la sua esistenza diventando un’ossessione e destabilizzando irrimediabilmente ogni certezza. Il malessere e il tormento che lo divorano finiscono per contagiare anche sua moglie fino a consumarla. Con un sonoro che plasma gli stati d’animo tra sogno e realtà, lo spettacolo restituisce quella dimensione in cui il buio prevale sulla luce, il cupo battere di una pendola segna il tempo del non ritorno e uno scricchiolio precede una caduta, il silenzio… e l’arrivo della bestia che azzanna e uccide. Da questa realtà malata è impossibile uscirne vivi.

Restiamo in contatto
newsletter

Condividi
Restiamo in contatto
newsletter

Condividi

25 Febbraio - 1 Marzo 2020

acquista biglietti
martedì 25 Febbraio h 20:00
mercoledì 26 Febbraio h 19:45
giovedì 27 Febbraio h 21:00
venerdì 28 Febbraio h 20:00
sabato 29 Febbraio h 20:30
domenica 1 Marzo h 16:15

Sala Grande
1 ora e 40 minuti

I settore > intero 38€
II, III e IV settore  > intero 30€; under26/over65 18€

Questo spettacolo è inserito nell’abbonamento Abbonamento LiberoAbbonamento SpecialeCard ACard B

Biglietteria
via Pier Lombardo 14
02 59995206
biglietteria@teatrofrancoparenti.it

Indietro

Dracula

25 Febbraio - 1 Marzo 2020
Ti potrebbe interessare

Skianto

21 Gennaio - 2 Febbraio 2020

Una favola amara, un testo spiazzante che mescola rabbia e dolore ad una esilarante ironia. Sul palco un anticonvenzionale, istrionico e intimo Filippo Timi.

Qualcosa

di Chiara Gamberale
7 Marzo 2020

Dopo lo straordinario successo di pubblico e di critica, Qualcosa diventa un reading teatrale che vedrà la presenza in scena della stessa Chiara Gamberale. Una storia che è insieme fiaba per adulti, o meglio racconto per bambini di tutte le età.

Segnale d’allarme – La mia battaglia VR

24 - 29 Marzo 2020

Elio Germano in uno dei primi esperimenti mondiali di teatro in realtà virtuale. Allo spettatore occhiali immersivi e cuffie, per una visione a 360 gradi dello spettacolo.

Cabaret delle piccole cose

4 - 17 Maggio 2020

Dieci monologhi che raccontano la storia, le tragedie, gli amori di dieci piccole cose una candelina cianfrusaglia, un rubinetto piagnone, l’ultima sigaretta prima di smettere di fumare, l’eco di una cantante… di Filippo Timi.