Teatro Acciaio Liquido
17 - 18 maggio 2018 acquista biglietti
17 - 18 maggio 2018
giovedì 17 maggio h 21:00
venerdì 18 maggio h 20:00

Sala Grande

intero > 23,50€
convenzioni > 18€
over 65/ under 26 > 15€
+ diritti di prevendita

Biglietteria
via Pier Lombardo 14
02 59995206
biglietteria@teatrofrancoparenti.it

Questo spettacolo è inserito nell’abbonamento AbbonAnno 2018

di Marco Di Stefano
ideazione, adattamento e regia di Lara Franceschetti

con Federica Armillis, Angelo Colombo, Andrea Corsi, Paolo Garghentino, Giovanni Longhin, Francesco Meola, Claudio V. Migliavacca, Giuseppe Russo
scene e costumi di Maria Chiara Vitali  | light designer Giuliano Bottacin
assistente alla regia Paolo Panizza | video Massimiliano Gusmini (Mud) – otolab 2012

Produzione Spazio Verticale

Nel dicembre del 2007, nell’acciaieria Thyssenkrupp di Torino si scatena un incendio in cui perdono la vita sette operai. Una tragedia che tocca nel profondo l’Italia intera in cui le morti bianche hanno smesso da tempo di fare notizia. La messinscena costruita in cinque blocchi mostra le due facce di ogni soggetto preso in esame, quello ufficiale (l’abito) e quello umano. Gli Operai, i Dirigenti, i Parenti delle vittime, tutti su di una grande giostra in cui il moto continuo svela i diversi volti “Yin-Jang” di ognuno. Chi guarda può percepire che la verità non è un qualcosa di univoco, ma di inafferrabile. Non si può, non si riesce a trovare una risposta. E la verità si trasforma in dubbio.

  • 1 di 4.
  • 2 di 4.
  • 3 di 4.
  • 4 di 4.
Siedo sulla schiena di un uomo soffocandolo, costringendolo a portarmi. E intanto cerco di convincere me e gli altri che sono pieno di compassione per lui e manifesto il desiderio di migliorare la sua sorte con ogni mezzo possibile. Tranne che scendere dalla sua schiena.
Lev Tolstoj

Quattordici vite spezzate. Sette morti, sette ancora vivi, ma segnati per sempre per non avere avuto il coraggio di dire No. Libertà, Giustizia, Futuro, Identità e Verità, tutti temi imbastiti con un filo sottile e poco resistente. Così si cuce il vestito dell’uomo contemporaneo, fragile, impaurito che vive nonostante tutto, ma incastrato, immobilizzato dalla Paura.

Restiamo in contatto
newsletter

Condividi
Restiamo in contatto
newsletter

Condividi

17 - 18 maggio 2018

acquista biglietti
giovedì 17 maggio h 21:00
venerdì 18 maggio h 20:00

Sala Grande

intero > 23,50€
convenzioni > 18€
over 65/ under 26 > 15€
+ diritti di prevendita

Biglietteria
via Pier Lombardo 14
02 59995206
biglietteria@teatrofrancoparenti.it

Questo spettacolo è inserito nell’abbonamento AbbonAnno 2018

Ti potrebbe interessare

Giornale Parlato

Informazione in scena
16 - 31 maggio 2018

Ideazione e conduzione di Livia Grossi. Un antidoto alle fake news, tre incontri con Lorenzo Cremonesi, Francesco Battistini, Gabriele Micalizzi.

Capatosta

29 - 31 maggio 2018

Siamo nello stabilimento più grande d’Europa, l’Ilva. Bisogna che qualcosa accada, che si rompa quel precario ma immoto equilibrio. Di Gaetano Colella.

Ricchi di cosa? Poveri di cosa?

9 - 11 maggio 2018

Un viaggio-inchiesta tra Italia e Burkina Faso per parlare di teatro e informazione in tempo di crisi, una pagina di Giornalismo Live. Di e con Livia Grossi.

Pioggia

23 - 25 maggio 2018

Pioggia è l’attesa della fine dell’attesa. È la voglia di vedere il sole prima che spunti dalle nuvole. Testo vincitore del “Premio Ugo Betti”.