Incontri e Libri

Milano. Storia comica di una città tragica.

Una conversazione con Stefano Bartezzaghi, Claudio Bisio e Giulio D’Antona

Ti trovi in una pagina di Archivio, se vuoi consultare la programmazione corrente visita la pagina Cartellone.


23 Marzo 2020

Sala Testori

Restiamo in contatto
newsletter

Condividi

In occasione della presentazione del libro
Milano. Storia comica di una città tragica. 
I club, la malavita, il cabaret e la televisione
di Giulio D’Antona, edito da Bompiani

l’autore dialoga con Stefano BartezzaghiClaudio Bisio

Associazione Pier Lombardo

Dagli Sessanta a oggi passando dal Derby allo Zelig, ricordando nottate fatte di nebbia, fabbriche, fumo, vino e musica fino ad arrivare alla stand-up comedy.

Le incredibili storie dei protagonisti e dei luoghi che hanno reso celebre l’umorismo dei milanesi: Jannacci, I Gufi, Abatantuono, Cochi e Renato, Teocoli, Lella Costa, Aldo Giovanni e Giacomo, Paolo Rossi…

Trent’anni in cui si sono mescolati i club, la malavita, il cabaret e la televisione.

Un lavoro encomiabile. Di documentazione vera, quasi da giornalista d’inchiesta. Di personaggi o fatti descritti di cui ero anch’io a conoscenza, posso garantirvi la veridicità. E di cose che non conoscevo mi ha incuriosito e divertito leggere, sapendo che per proprietà transitiva saranno altrettanto vere.
Dalla prefazione di Claudio Bisio

Giulio D’Antona, nato a Milano nel 1984, è scrittore, traduttore e produttore. Ha lavorato come corrispondente da New York per diverse testate italiane. Scrive storie per Topolino. Nel 2016 ha pubblicato Non è un mestiere per scrittori (minimum fax) e nel 2019 ha curato l’antologia Stand Up Comedy (Einaudi Stile Libero). Ha curato e condotto il podcast Comedians e, assieme a Guia Cortassa, Un’estate fa (StorieLibere.fm). Ha fondato Aguilar, la prima società di produzione italiana che si occupa esclusivamente di stand-up comedy, e nel 2019 ha prodotto i primi tre Netflix Comedy Special italiani.

Restiamo in contatto
newsletter

Condividi
Restiamo in contatto
newsletter

Condividi

Ti trovi in una pagina di Archivio, se vuoi consultare la programmazione corrente visita la pagina Cartellone.

23 Marzo 2020

Sala Testori