Incontri e Libri Milano e il secolo delle città

Milano e il secolo delle città

Ti trovi in una pagina di Archivio, se vuoi consultare la programmazione corrente visita la pagina Cartellone.


25 gennaio 2018

Sala Grande

Restiamo in contatto
newsletter

Condividi

Giuseppe Sala incontra i cittadini

in occasione della presentazione del libro
Milano e il secolo delle città

Editore La nave di Teseo

Interviene Ferruccio de Bortoli

L’inizio del nuovo millennio sta portando alla ribalta le grandi città del mondo come luoghi della sperimentazione del futuro del pianeta e insieme come protagoniste della competizione a livello globale: città come Los Angeles, Londra e Tokyo hanno un ruolo di guida economica e identitaria sia per se stesse sia per i Paesi che rappresentano. L’Italia è un Paese fondato sulle città e la nostra storia – dall’epoca dei comuni alle istanze autonomiste odierne – ci ricorda quanto l’attaccamento alla comunità locale sia spesso più forte del legame con lo stato centrale. Ma oggi l’avvento delle megacity impone un cambiamento di politica che ci consenta di superare la frammentarietà e riuscire a giocare con successo un ruolo di rilievo nel “secolo delle città”. In questa prospettiva un’ispirazione per l’Italia può venire da Milano, ritenuta in questi anni un modello dalle più autorevoli agenzie internazionali, dalle aziende, dai turisti, dai milanesi stessi. Una città dalla storia millenaria, operosa e solidale, a cui il XXI secolo ha impresso una nuova marcia. Expo 2015 ha creato un tessuto vitale in cui Università, creatività, tecnologia, impresa e cultura hanno disegnato la Milano internazionale e contemporanea di oggi. Unica in Italia. Una città che deve ancora risolvere sfide impegnative ma che è disponibile a guidare il confronto internazionale e insieme a consegnare al Paese una serie di buone pratiche da imitare: le battaglie per la legalità, la solidarietà, la gestione virtuosa dei servizi, la sensibilità ambientale.

Giuseppe Sala

Giuseppe Sala, sindaco di Milano e artefice del successo di Expo, racconta l’identità complessa di questa città e dimostra, anche e soprattutto a chi la guarda con diffidenza, perché oggi essa rappresenta una grande opportunità per l’Italia e per l’Europa. “Milano oggi è una città capace di farsi domande e di costruire risposte. Il coraggio io lo intendo così: guardare il mondo con ampiezza di vedute e provare a cambiarlo.”

Giuseppe Sala nato a Milano nel 1958, si è laureato in Economia presso l’Università Bocconi. Per quasi 20 anni ha lavorato per il gruppo Pirelli fino a diventare Amministratore delegato di Pirelli Pneumatici. In seguito ha ricoperto altri incarichi manageriali: è stato, tra l’altro, Direttore generale di Telecom Italia e Presidente di A2A. Da Commissario Unico del Governo ha creato e gestito Expo 2015. In seguito, si è candidato alle elezioni per il Comune di Milano, diventandone Sindaco nel giugno del 2016.

Restiamo in contatto
newsletter

Condividi
Restiamo in contatto
newsletter

Condividi

Ti trovi in una pagina di Archivio, se vuoi consultare la programmazione corrente visita la pagina Cartellone.

25 gennaio 2018

Sala Grande