Teatro

Maturina fantesca, erede di Leonardo da Vinci

Ti trovi in una pagina di Archivio, se vuoi consultare la programmazione corrente visita la pagina Cartellone.


12 - 15 Dicembre 2019

Café Rouge

55 minuti

Restiamo in contatto
newsletter

Condividi

di e con Patrizia La Fonte
intrusioni Filippo Lucidi
aiuto regia Simona Oppedisano
lighting design Ivano Salamida
sartoria Maedis
progetto grafico Paolo Basile
foto di scena Francesco Marioni
organizzazione Angelica Ferraù

produzione Progetto Goldstein

in occasione del V centenario della morte di Leonardo da Vinci | 1519 – 2019

Uno spettacolo in dialogo diretto con il pubblico, in un italiano cinquecentesco di respiro fiorentino comprensibile e divertente.

Novembre 1519, pochi mesi dopo la morte di Leonardo, in un disimpegno accanto alla cucina nel maniero di Clos Lucé, la governante Maturina, realmente esistita e citata nel suo testamento, ha in consegna gli scritti e alcuni ritratti su tavola che attendono di essere consegnati agli eredi del suo padrone, morto il 2 maggio, mentre era ospite del re Francesco I. Gli spettatori vengono scambiati per gli incaricati di Francesco Melzi e Giacomo Caprotti, venuti appunto a ritirare quei beni preziosi…

Equivoci e storia, divertimento e rigore di linguaggio, di stile e di scena.

Patrizia La Fonte non rinuncia al ruggito della splendida teatrante che è in lei e intrattiene creando un filo diretto con il pubblico che mai resta isolato, ma diviene parte attiva del racconto dall'inizio alla fine. La cosidetta quarta parete non esiste e questo rende tutto più vivo, autentico, come fossimo davvero protagonisti noi stessi di un tempo non più nostro.
da Riflessi al margine - Matteo Di Stefano
Prima o dopo lo spettacolo
Restiamo in contatto
newsletter

Condividi
Restiamo in contatto
newsletter

Condividi

Ti trovi in una pagina di Archivio, se vuoi consultare la programmazione corrente visita la pagina Cartellone.

12 - 15 Dicembre 2019

Café Rouge

55 minuti