Incontri e Libri

La Milanesiana 2019

6.10 Charlotte Casiraghi e Robert Maggiori
8.10 Simone Cristicchi e Ariele Vincenti

Ti trovi in una pagina di Archivio, se vuoi consultare la programmazione corrente visita la pagina Cartellone.


6 - 8 Ottobre 2019

6 ottobre Sala Grande

8 ottobre Sala AcomeA

Restiamo in contatto
newsletter

Condividi

La Milanesiana 2019
Ideata e diretta da Elisabetta Sgarbi
Viaggio d’autunno
Letteratura Musica Cinema Scienza Arte Filosofia Teatro Diritto Economia

Charlotte Casiraghi e Robert Maggiori
domenica 6 Ottobre h.21:00

Charlotte Casiraghi e Robert Maggiori
prologo al violino di Leonardo Mazzarotto
(J.S. Bach, Adagio dalla prima sonata e Giga dalla terza partita)
intervengono Massimo Gramellini e Silvia Truzzi

in collaborazione con La Nave di Teseo e Les Rencontres Philosophiques de Monaco

Charlotte Casiraghi, laureata in filosofia all’Università della Sorbona, è la presidente di Les Rencontres Philosophiques de Monaco.

Robert Maggiori è professore di filosofia e critico per Libération. Tra le sue pubblicazioni, Leggere Gramsci (1973, tradotto in italiano, spagnolo e portoghese), De la convivance (1986), Cinquante ans de philosophie française (1996), Un animal, un philosophe (2005, tradotto in coreano, giapponese, cinese e turco) e Le métier de critique (2011). Ha fondato, con Charlotte Casiraghi, Raphael Zagury-Orly e Joseph Cohen, Les Rencontres Philo-sophiques de Monaco.

Leonardo Mazzarotto, nato a Roma nel 1998, dimostra da subito una forte sensibilità artistica. Intraprende lo studio del violino all’età di dieci anni e si perfeziona con maestri quali Marco Fiorentini, Mariana Sirbu, Shalom Budeer, Francesco D’Orazio. Ha fatto parte dell’orchestra giovanile della Accademia nazionale di Santa Cecilia per diversi anni e frequenta oggi il Conservatorio di Roma. Nel 2019 è il protagonista della serie televisiva La Compagnia del Cigno di Ivan Cotroneo, trasmessa da Rai 1, nella quale interpreta un violinista.

Massimo Gramellini è nato a Torino il 2 ottobre 1960: affermatosi come giornalista, è vicedirettore ed editorialista del Corriere della Sera. Con L’ultima riga delle favole ha intrapreso anche la carriera da scrittore, che ha pro-seguito con grande successo con Fai bei sogni e Avrò cura di te (scritto con Chiara Gamberale). Da quattro anni conduce su Rai3 Le Parole della settimana.

Silvia Truzzi, nata a Mantova, vive a Milano. Laureata in Giurisprudenza, lavora al Fatto quotidiano da quando è stato fondato nel 2009. Ha vinto il Premio giornalistico internazionale Santa Margherita Ligure per la cultura nel 2011 e il Premio satira Forte dei Marmi, sezione giornalismo, nel 2013. Ha scritto Un Paese ci vuole (2015) e con Marco Travaglio Perché no (2016). Il suo primo romanzo si intitola Fai piano quando torni (2018). Con Antonio Padellaro ha pubblicato C’era una volta la sinistra (2019).

Simone Cristicchi e Ariele Vincenti
martedì 8 Ottobre h.21:00

Simone Cristicchi e Ariele Vincenti
Le Marocchinate

lettura di Simone Cristicchi
spettacolo teatrale con Ariele Vincenti
scritto da Simone Cristicchi e Ariele Vincenti
musiche dal vivo Marcello Corvino
regia Nicola Pistoia
in collaborazione con La Nave di Teseo e Promomusic Italia

Simone Cristicchi nasce a Roma nel 1977, è cantautore, scrittore e attore. Ha pubblicato diversi album di successo e ha vinto il Festival di Sanremo nel 2007 con la canzone Ti regalerò una rosa. Nel 2006 porta in scena lo spettacolo tra teatro e canzone Centro di igiene mentale, dedicato ai pazienti psichiatrici. Nel 2010 debutta con lo spettacolo Li Romani in Russia a cui segue nel 2012 Mio nonno è morto in guerra, entrambi dedicati alla Seconda Guerra Mondiale. Il 2013 è la volta di Magazzino 18, coprodotto da Promo Music e Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, incentrato sulla storia dell’esodo degli istriani, fiumani, dalmati e giuliani. Dal 2017 è il direttore del Teatro Stabile d’Abruzzo. Tra i suoi riconoscimenti, la Targa Tenco 2006 per la migliore opera prima, il Premio della Critica Mia Martini al Festival di Sanremo 2007 e il Premio Amnesty Italia 2011.

Ariele Vincenti nasce a Roma nel 1977, è attore, autore e regista teatrale. Laureato in dams, si forma nella scuola di recitazione Teatro Azione. Dal 2002 recita in circa 70 spettacoli, molti dei quali con tournée nazionali. Nel 2015 è attore e co-autore di Cose popolari, spettacolo che racconta la vita delle case popolari, denunciando le ingiustizie che le circondano. Nel 2016 debutta con il suo primo monologo, Marocchinate, scritto insieme a Simone Cristicchi, con la regia di Nicola Pistoia, prodotto da Corvino Produzioni. Come regista e co-autore mette in scena Storie bastarde, raccontando la periferia di Ostia degli anni ’80. Nel 2018 conduce un laboratorio presso il carcere di Pescara, mettendo in scena insieme a 12 detenuti lo spettacolo Dalle sbarre alle stelle, prodotto dal Teatro Stabile d’Abruzzo. Nel 2019 è attore, autore e regista, di Ago capitano silenzioso, dedicato ad Agostino Di Bartolomei.

Restiamo in contatto
newsletter

Condividi
Restiamo in contatto
newsletter

Condividi

Ti trovi in una pagina di Archivio, se vuoi consultare la programmazione corrente visita la pagina Cartellone.

6 - 8 Ottobre 2019

6 ottobre Sala Grande

8 ottobre Sala AcomeA