Teatro Donne come noi

Donne come noi

Storie cantate di Giulia Minoli e Emanuela Giordano

Ti trovi in una pagina di Archivio, se vuoi consultare la programmazione corrente visita la pagina Cartellone.


16 - 17 Aprile 2018

Sala Grande

Restiamo in contatto
newsletter

Condividi

lo spettacolo è liberamente ispirato al libro Donne come noi scritto da Donna Moderna per Sperling&Kupfer
con Tosca, Giovanna Famulari, Maria Chiara Augenti, Eleonora De Luca, Fabia Salvucci, Rita Ferraro
luci Giuseppe Filipponio | audio Antonio Lovato | grafica video Davide Bastolla | aiuto regia Tania Ciletti
costumi realizzati presso la sartoria “Puntini puntini” di Simone Birk
e presso la sartoria del Teatro Franco Parenti diretta da Simona Dondoni

produzione Teatro Franco Parenti su commissione di Mondadori

Donne come noi è il titolo di uno spettacolo prodotto da Donna Moderna in collaborazione con il Teatro Franco Parenti, che girerà l’Italia a partire dal 17 aprile. Sei artiste sulla scena interpretano di volta in volta alcune delle protagoniste del libro, ma anche le giornaliste che le hanno incontrate, le sorelle, le amiche, le insegnanti.
Il canto accompagnato da un pianoforte, da un violoncello, da un chitarra e dalle percussioni s’intreccia con i racconti. Sullo sfondo, una parete si anima di parole chiave.
Il teatro fa da detonatore delle emozioni.
Dopo un’ora e mezza di spettacolo, il pubblico si sente pervaso dal senso di possibilità e dalla percezione che l’unico limite che lo separa dal raggiungere grandi obiettivi è l’immaginazione.

Donne come noi

Un grande progetto dedicato all’empowerment femminile

L’iniziativa si articola in tre percorsi narrativi: un libro scritto per Sperling & Kupfer, lo spettacolo teatrale e un programma di formazione.

Donne come noi è il titolo del libro che la redazione di Donna Moderna ha scritto per Sperling & Kupfer. 34 giornalisti di Donna Moderna raccontano 100 storie di italiane contemporanee che con la forza della loro tenacia, competenza e coraggio hanno fatto qualcosa di importante.
Ecco alcune di loro: Fabiola Gianotti direttrice generale del CERN, Pinin Brambilla Barcilon restauratrice dell’Ultima cena, Elena Cattaneo farmacologa, biologa e senatrice a vita, nota per le sue ricerche sulle cellule staminali e sulla malattia di Huntington, Chiara Vigo tessitrice, ultima maestra di bisso al mondo, Paola Zukar signora del rap, manager di rapper come Fabri Fibra e Marracash, Roberta Buzzolani procuratore capo di Sciacca, Francesca Bosco una delle più note cybercriminologhe d’Italia, Bebe Vio schermitrice e campionessa paralimpica, Sofia Goggia tra le più importanti sciatrici e vincitrice della medaglia d’oro nella discesa libera ai recenti Giochi Olimpici invernali.

 

Il percorso di formazione

Lavorare in team, gestire il tempo, riprogrammare la propria carriera, pensare fuori dagli schemi, imparare a raccontarsi: sono alcune delle competenze che cercherà di sviluppare il corso di formazione ideato da Donna Moderna e offerto gratuitamente in molte città italiane.
Negli ultimi trent’anni le donne hanno conquistato spazi professionali che prima erano loro preclusi e hanno ridisegnato gli equilibri all’interno della famiglia in una direzione più paritaria. Eppure in Italia lavorano il 48,8% delle donne a dispetto del 66,8% degli uomini. Sono i peggiori dati d’Europa, fatta eccezione per la Grecia.
L’obiettivo di questo percorso formativo è contribuire a migliorare queste percentuali, fornendo alle partecipanti le cosiddette soft skill, che oggi pesano sempre di più nella scelta di un candidato. Il team di formatori sarà affiancato da alcuni professionisti dal mondo delle aziende che interverranno con le loro testimonianze.
L’Oréal Paris è al fianco di Donna Moderna in questo progetto così come da sempre è al fianco delle donne, parlando di bellezza ma anche di autostima, (“Perché tu vali”). L’Oréal supporta le donne spingendole a considerarsi “unlimited”, senza limiti, nella realizzazione del proprio potenziale. L’Oréal Paris offre gratuitamente lo spettacolo e i corsi di formazione alle donne italiane, perché tutte possano imparare a credere nel proprio valore.

Sito web
Restiamo in contatto
newsletter

Condividi
Restiamo in contatto
newsletter

Condividi

Ti trovi in una pagina di Archivio, se vuoi consultare la programmazione corrente visita la pagina Cartellone.

16 - 17 Aprile 2018

Sala Grande