Incontri e Libri I deboli sono destinati a soffrire?

I deboli sono destinati a soffrire?

Ti trovi in una pagina di Archivio, se vuoi consultare la programmazione corrente visita la pagina Cartellone.


27 ottobre 2016

Lectio di Yanis Varoufakis

La Milanesiana 2016
in collaborazione con
Fondazione Elisabetta Sgarbi
Fondazione Corriere della Sera
Teatro Franco Parenti

in occasione dell’uscita del libro I deboli sono destinati a soffrire?
edito da La Nave di Teseo

Introduce Lorenzo Marsili
Intervengono Guido Maria Brera e Nicola Porro

In questo drammatico racconto dell’ascesa e del colossale crollo dell’economia europea, Yanis Varoufakis spiega come le radici del collasso vadano rintracciate molto più a fondo di quanto i nostri leader siano disposti ad ammettere. Da quando l’uragano della crisi economica si è abbattuto sull’Europa, infatti, i leader degli stati membri hanno scelto di rispondervi con una miscela di misure votate all’indebitamento e all’austerità invece di mettere in piedi un sistema di riforme, lasciando così che fossero i cittadini più poveri delle nazioni più povere a pagare il prezzo degli errori commessi dalle banche, e non facendo nulla per prevenire la prossima crisi.

Yanis Varoufakis è stato ministro delle Finanze della Grecia nel Governo Tsipras. Nato ad Atene nel 1961, dopo gli studi liceali, si è laureato in matematica ed economia presso l’Università dell’Essex, Birmingham. Ha insegnato in varie università inglesi e presso l’Università di Sydney. Attualmente è Professore di Teoria Economica all’Università di Atene e visiting professor alla Lyndon B. Johnson School of Public Affairs della University of Texas di Austin. È autore di saggi e interventi tradotti in tutto il mondo, tra cui È l’economia che cambia il mondo e Il minotauro globale.
Nel 2016 ha fondato DiEM25, un movimento transnazionale per richiedere la completa democratizzazione dell’Unione Europea.

 

Restiamo in contatto
newsletter

Condividi
Restiamo in contatto
newsletter

Condividi

Ti trovi in una pagina di Archivio, se vuoi consultare la programmazione corrente visita la pagina Cartellone.

27 ottobre 2016