Andrée Ruth Shammah

La storia artistica di Andrée Ruth Shammah nasce al Piccolo Teatro di Milano, ma si concretizza al Salone Pier Lombardo che dirige insieme a Franco Parenti dal 1972, curandone quasi tutte le regie.

I primi spettacoli diretti dalla regista sono stati quelli della celebre trilogia testoriana – Ambleto, Macbetto, Edipus – che rappresentarono un momento particolare, non solo per la qualità dei testi, capaci di portare interessanti innovazioni nel teatro italiano degli anni Settanta, ma anche per l’originalità delle messinscene, attente a prediligere spazi differenti rispetto a quelli del palcoscenico tradizionale.  L’utilizzo non tradizionale dello spazio teatrale è diventato nel tempo una caratteristica delle sue regie, che ha proposto ed approfondito in spettacoli come Il Maggiore Barbara di G.B. Shaw, Il bosco di notte di Gaetano Sansone, La doppia incostanza di Marivaux, Timone d’Atene di  Shakespeare, Il Processo di Kafka, I Cavalieri di Re Arthur di Alessandro Fo, Peter Pan di J. M. Barrie, La vita, il sogno di Franco Loi.

Ha firmato oltre cento regie. Tra le altre Io, l’erede di Eduardo De Filippo, Eracle di Euripide con Franco Branciaroli, L’amante di Pinter con Luca De Filippo e Anna Galiena, Sior Todero brontolon di Goldoni e Hotel dei due mondi di Eric-Emmanuel Schmitt, Cesare e Silla, atto unico di Indro Montanelli, La terza moglie di Mayer di Dacia Maraini, La locandiera di Carlo Goldoni.
Unanime è stato il successo di critica e di pubblico per Antonio e Cleopatra alle corse di Roberto Cavosi, premio Speciale della Giuria Riccione 2007 e finalista nella terna dei premi Eti Oscar del Teatro 2009. Tra le più recenti, Una Casa di bambola di Henrik Ibsen con Filippo Timi, Il lavoro di vivere di Hanoch Levin con Carlo Cecchi e Il Malato Immaginario di Molière con Gioele Dix, tutti accompagnati da un grande successo di pubblico e critica.

 

Ha diretto inoltre due regie liriche al Teatro alla Scala: Variété di Maurizio Kagel e L’elisir d’amore di Donizetti; per la RAI, ha realizzato Ambleto, Macbetto, Edipus, Il malato immaginario, I promessi sposi alla prova. Instancabile organizzatrice culturale a lei si deve anche l’ideazione del I e II Festival Internazionale di Cultura ebraica o Il viaggio tra parchi e antiche ville, un Festival dedicato all’opera di Beckett oltre che l’ideazione di quelle Serate del Pier Lombardo, dal Processo alla Cultura a Religione e potere ai Lunedì filosofici, solo per citarne alcuni, che hanno lasciato un segno nella storia della cultura della città di Milano.

Andrée Ruth Shammah è anche l’ideatrice e direttrice artistica del progetto di riqualificazione del Centro Balneare Caimi. Un progetto unico in Italia, che mira ad integrare cultura e benessere attraverso il ricongiungimento degli spazi del Teatro Franco Parenti con quelli adiacenti del centro: oltre 15.000 metri quadrati di spazio pubblico recuperato e restituito alla cittadinanza, dove arti sceniche e performative, attività sportive e ludiche si stimolano e si contaminano a vicenda.

Nel 2011 si aggiudica l’edizione italiana del Montblanc de la Culture Arts Patronage Award mentre nel 2013 festeggia i 40 anni di carriera, ricevendo un doppio riconoscimento per la migliore Direzione Artistica e la migliore Programmazione/Produzione del Premio Franco Enriquez, assegnato dall’omonimo Centro di Studi drammaturgici Internazionale.
Nel 2016 ha ricevuto la Mela d’Oro 2016 della XXVIII Edizione del Premio Marisa Bellisario “Donne ad Alta Quota”.

Per la sua irrequietezza intellettuale, per il suo mettere in discussione tutto, che, a volte, diventa approccio creativo e metodo di ricerca nei suoi progetti artistici e nelle sue regie, Andrée Ruth Shammah occupa un posto unico nel panorama del teatro italiano.

 

Regie

L’Ambleto di Giovanni Testori (1972)
Occupazione di Trevor Griffiths (1973)
Macbetto di Giovanni Testori (1974)
Il gigante nano di Frank Wedekind (1975)
La congiura dei sentimenti di Jurij Karlovic Oleša (1976)
L’Arialda di Giovanni Testori (1976)
Edipus di Giovanni Testori (1977)
La doppia incostanza di Marivaux (1978)
La Palla al Piede di Georges Feydeau (1978)
Ivanov, Ivanov, Ivanov da Anton Cechov (in collaborazione con Franco Parenti) (1979)
Il maggiore Barbara di G.B. Shaw (1980)
Il malato immaginario di Molière (1980)
L’imperatore d’America di G.B. Shaw (1981)
L’ombelico di Jean Anouhil (1982)
Il bosco di notte di Gaetano Sansone (1983)
I promessi sposi alla prova di Giovanni Testori (1984 – nuova edizione 1994)
La locanda di Norma Maccanna di Gaetano Sansone (1985)
L’albergo del libero scambio di Georges Feydeau (1986)
Cantico di Mezzogiorno di Paul Claudel (1988)
Timone d’Atene di William Shakespeare (1988)
Il processo di Franz Kafka (1989)
I cavalieri di Re Arthur di Alessandro Fo (1990)
Pentesilea di Heinrich von Kleist (1990)
Peter Pan di J. M. Barrie (1991)
La Maria Brasca di Giovanni Testori (1992 – ripresa 2000)
L’Adalgisa di Carlo Emilio Gadda (1992)
Noblesse Oblige di Luigi Santucci (1993 – nuova edizione 2000)
La Tempesta di Emilio Tadini (1993 – ripresa 1999)
La vita è un canyon di Augusto Bianchi Rizzi (1993 – ripresa 1998)
Ondine di Jean Giraudoux (1994 – nuova edizione 2008)
La vita, il sogno di Franco Loi (1995 – nuova edizione 2001)
Apologia di Socrate di Platone (1995)
La cerca del Graal da Chrétien de Troyes (1996)
Io, l’erede di Eduardo De Filippo (1996 – ripresa 2002 – nuova edizione 2005)
La deposizione di Emilio Tadini (1997)
Re Lear di William Shakespeare (1997)
L’amante di Harold Pinter (1997 – nuova edizione 2006 – nuova edizione 2009)
Eracle di Euripide (1998)
Dammatrà di Carlo Maria Pensa (1998)
Il barbiere di Siviglia di Giovanni Paisiello (1998)
La Cecchina Niccolò Piccinni (1999)
Sior Todero Brontolon di Carlo Goldoni (1999 – nuova edizione 2001)
Hotel dei due mondi di Eric-Emmanuel Schmitt (2000)
Pericolosamente amicizia di Eduardo De Filippo (2000)
La terza moglie di Mayer di Dacia Maraini (2001)
Cesare e Silla di Indro Montanelli (2001)
La locandiera di Carlo Goldoni (2002)
La Bibbia ha (quasi) sempre ragione di Gioele Dix (2002)
Varieté, creazione propria (2004)
Quale droga fa per me di Kai Hensel (2006)
Le cose sottili nell’aria di Massimo Sgorbani (2006)
Sto diventando un uomo di Claire Dowie (2006)
La leggenda del Santo Bevitore da Joseph Roth (2007)
Dove ci porta questo treno blu e veloce di Massimo Sgorbani (2007)
Tutto scorre di Massimo Sgorbani (2008)
Il Mercato del “Tavolo Vita”, creazione propria (2008)
Antonio e Cleopatra alle corse di Roberto Cavosi (2009)
Lulù di Carlo Bertolazzi (2010)
Una notte in Tunisia di Vitaliano Trevisan (2011)
Esequie Solenni di Antonio Tarantino (2012)
Ondine – nuova edizione (2013)
Gl’innamorati di Carlo Goldoni (2014)
Il Lavoro di Vivere di Hanoch Levin (2014)
Il malato immaginario di Molière (2015)
Una casa di bambola di Henrik Ibsen (2016)
Stasera si può entrare, fuori una piccola follia di Andrée Ruth Shammah (2016)
Memorie di Adriana, creazione propria (2017)

Restiamo in contatto
newsletter

Condividi
Restiamo in contatto
newsletter

Condividi