FESTA DI FAMIGLIA
  02/02/2010    14/02/2010 
 

collaborazione alla drammaturgia di Andrea Camilleri
da Luigi Pirandello
drammaturgia e regia Mitipretese
con Manuela Mandracchia, Anna Gualdo, Sandra Toffolatti e Mariangeles Torres
e con Fabio Cocifoglia, Diego Ribon

Produzione Teatro Di Roma, Mercadante Teatro Stabile Di Napoli e Artisti Riuniti

Drammi, novelle, romanzi di Pirandello vengono rivisitati con un creativo copia-e-incolla dando luogo a un nuovo testo, Festa di famiglia, un’operazione in cui Andrea Camilleri collabora con la compagnia Mitipretese, che aveva già portato in scena Roma ore 11. Il montaggio, ricavato da brani di Questa sera si recita a soggetto, Sei personaggi in cerca d’autore, L’amica delle mogli, Enrico IV, L’uomo, la bestia e la virtù, La vita che ti diedi e Trovarsi, prende le mosse dal compleanno di una mamma sessantenne festeggiata dalle sue tre figlie. La vera trama è però quella dei soprusi e delle umiliazioni subite dalle donne nell’intimità famigliare, là dove non sta bene ficcare troppo il naso. La sfida dello spettacolo è anche di riuscire a raccontare il lato tragicomico, il grottesco e ridicolo nascosto dietro le umane miserie.

CAMILLERI: LA MIA FESTA DI FAMIGLIA (video)

Presentazione di Andrea Camilleri
Quando le quattro Mitipretese, che conoscevo e stimavo dai tempi che frequentavano l'Accademia, vennero a casa mia per chiedermi di collaborare ad un loro progetto, in realtà il progetto era già ben avviato e definito, tanto è vero che mi lasciarono sul tavolo una sorta di copione. La proposta naturalmente mi lusingò, venendo da quattro attrici di valore, di spessore e di grande intelligenza drammatica.
M'interessò molto, quel giorno, anche quello che dissero sul loro metodo di lavoro. Ogni scena che scrivevano, la collaudavano sottoponendola alla prova. La recitavano. La prova pratica metteva immediatamente in evidenza le carenze, i passaggi non risolti, le ripetizioni, le cadute del testo. E loro, di conseguenza, dopo lunghe discussioni, provvedevano a riscriverlo.  Lessi il copione che mi avevano lasciato. C'era parecchio ancora da fare, ma sinceramente m'interessò in modo particolare, mi coinvolse. 
Le quattro avevano lavorato di fino, con lucido rigore, ritagliando battute e scene dal vasto repertorio pirandelliano allo  scopo di comporre un'altra, nuova, originale, commedia adoperando sempre le parole di Pirandello. 
Ma quale commedia?  Finito di leggere, mi venne in mente che quella era la commedia sulla famiglia borghese che Pirandello avrebbe forse voluto scrivere ma non aveva osato. 
Il puzzle non è un gioco d'azzardo. Questo particolare puzzle invece lo è. Io  mi sono limitato solo a mettere qualche tassello al posto giusto. E questo va detto come riconoscimento al grande impegno profuso dalle quattro autrici-attrici.  Andrea Camilleri  

Mitipretese è Manuela Mandracchia, Alvia Reale, Sandra Toffolatti, Mariangeles Torres.

Così la stampa
Si ammirano, e non poco, le quattro attrici. Masolino d'Amico - la Stampa 

Tragedia e commedia miscelate, canzoni d'epoca eseguite dal vivo e una verve interpretativa che cattura. Il Giornale  

Un drappello di attrici superlative. Rossella Battisti - l'Unità

INTERNI DI FAMIGLIA VIOLENTA - L'Unità 10 ottobre 2009
CON IL GENIO RACCONTO LA VIOLENZA DI FAMIGLIA - Repubblica 24 luglio 2008
FESTA DI FAMIGLIA SULL'ORLO DI UNA CRISI DIU NERVI - Il Manifesto 11 ottobre 2009

ABBONAMENTO italiana

Sala Grande     
feriali ore 21:00 - festivi ore 16:30
Biglietti
Intero  € 32.00
Ridotto under 25  € 22.00
Ridotto over 60  € 16.00
Ridotto under 18  € 10.00

Biglietteria