PICCOLA RASSEGNA PASOLINI
  29/10/2010    05/11/2010 
 

CINEMA, TEATRO, LETTURE, PERCORSI FOTOGRAFICI e una PARTITA DI PALLONE
a cura di Associazione Pier Lombardo

Pier Paolo Pasolini è stato il poeta che più lucidamente di chiunque altro ha vissuto e analizzato le contraddizioni del Novecento praticando, nella sua storia di uomo e di artista, l’arte e l’impegno in tutte le forme. In occasione del trentacinquesimo anniversario della sua morte il Teatro Franco Parenti presenta una serie di spettacoli, letture, interventi, contributi che ne ripercorrono la figura di uomo e di artista. Un’ appassionante immersione che prende avvio da un omaggio in musica al Pasolini canzonettiere di Ottavia Fusco, e vede protagonisti   importanti artisti come Antonello Fassari, Filippo Timi e I Motus.

Accompagna il percorso la rassegna cinematografica Sguardi - Pier Paolo Pasolini e il cinema a cura di Lorenzo Vitalone: apologhi, film brevi, interviste, documentari, appunti di viaggio per un Pasolini tutto da riscoprire nella sua passione civile, nella sua ansia di vivere e di fare, nella sua capacità di dividere l’opinione pubblica. Un originale tassello per approfondire attraverso il cinema, e attraverso gli interventi che introducono le proiezioni, un intellettuale più famoso che conosciuto, che ci ha comunicato sentimenti, sensazioni e percezioni in modi diversi, ma sempre vissuti attraverso la poesia.

Infine, tre momenti fotografici a cura del Centro Studi Pier Paolo Pasolini di Casarsa della Delizia: I luoghi di Pasolini, Il set della Ricotta, Pier Paolo Pasolini e il calcio.

Conclude la rassegna Fabrizio Gifuni, straordinario interprete di Na’ specie de cadavere lunghissimo, in scena a gennaio.

TEATRO>>

La ricotta | di e con ANTONELLO FASSARI >>

Lettere a Silvana | con FILIPPO TIMI >>

Come un cane senza Padrone |  di e con MOTUS >>

CINEMA>>

Sguardi | Pier Paolo Pasolini e il cinema

- Venerdì 29 ottobre ore 18.00

Le ragioni di un sogno di Laura Betti (1995) 91’

- Sabato 30 ottobre ore 17.00

Cosa sono le nuvole dal film Capriccio all’italiana (1967) 23’

La terra vista dalla luna dal film Le streghe (1967) 31’

Totò al circo dal film Uccellacci Uccellini (1968) 15’

La sequenza del fiore di carta dal film Amore e rabbia (1969) 11’
 
- Domenica 31 ottobre ore 18.00

Comizi d’amore  (1963) 90’

- Lunedì 1 novembre ore 18.00

da Caro diario di Nanni Moretti – ultimo episodio (1995) 25’

Le mura di Sana’a (1974) 13’

La rabbia
(1963) 55’

- Martedì 2 novembre ore 18.00

Pasolini, un delitto italiano di Marco Tullio Giordana (1995) 103’

- Mercoledì 3 novembre ore 18.00

Sopraluogo in Palestina (1963) 55’

Appunti per un film sull’India (1968) 34’ 

- Giovedì 4 novembre ore 18.00

Appunti per un’Orestiade Africana (1973) 63’

La ricotta dal film Rogopag (1963) 35’

- Venerdì 5 novembre ore 18.00

Nerolio di Aurelio Grimaldi (1996) 80’

-  Sabato 6 novembre ore 18.00

Una disperata vitalità di Mario Martone dallo spettacolo di Laura Betti (1993) 82’
 

PARTITA DI PALLONE>>

Il foyer del Teatro Franco Parenti sarà trasformato in un campo da calcio : tappeto verde ed un minitorneo: attori versus registi ; la vincente con il pubblico . Ovvero coloro che hanno “fatto” Pasolini  e coloro che l’hanno visto.
 
Il calcio “è” un linguaggio  con i suoi poeti e prosatori. 
Il calcio è l'ultima rappresentazione sacra del nostro tempo. È rito nel fondo, anche se è evasione. Mentre altre rappresentazioni sacre, persino la messa, sono in declino, il calcio è l'unica rimastaci. Il calcio è lo spettacolo che ha sostituito il teatro. 
I pomeriggi che ho passato a giocare a pallone sui Prati di Caprara  […] sono stati indubbiamente i più belli della mia vita. Mi viene quasi un nodo alla gola, se ci penso. Allora, il Bologna era il Bologna più potente della sua storia: quello di Biavati e Sansone, di Reguzzoni e Andreolo (il re del campo), di Marchesi,di Fedullo e Pagotto. Che domeniche allo stadio Comunale! 
Pier Paolo Pasolini
 
Partecipano alla partita:
Alessandro Haber (attore) | Paolo Mazzarella (attore) | Lorenzo Loris (attore e regista) | Valter Malosti (attore e regista) | Antonio Sixty (regista) | Filippo Timi (attore)
Antonello Fassari (attore) | Sergio Tramonti (scenografo) | Fabio Sonzogni (regista) | Danio Manfredini (attore e regista) | Roberto Chiesi (Fondo Pasolini di Bologna)
Mario Dondero (fotografo) | Angela Felice (Centro Studi Pasolini Casarsa della Delizia) | Giorgio Somalvico (autore) | Mimmo Di marzio (giornalista) | Valentina  Capone  (attrice) | Sara Bertelà (attrice) | Gaetano Liguori (musicista) Conduce Corrado Tedeschi.