LA RICOTTA
  31/10/2010    01/11/2010 
 

di Pier Paolo Pasolini
allestimento scenico, regia e interpretazione di Antonello Fassari
Produzione Teatro Franco Parenti

Non è difficile prevedere per questo mio racconto dei giudizi interessati, ambigui, scandalizzati. Ebbene, io voglio qui dichiarare che comunque si prenda La ricotta, la storia della Passione, che indirettamente La ricotta rievoca, è per me la più grande che sia mai accaduta, e i testi che la raccontano i più sublimi che siano mai stati scritti”. Pier Paolo Pasolini

La ricotta (1964) è un racconto di Pier Paolo Pasolini che è diventato l’episodio da lui diretto di un film dal titolo “RO.GO.PA.G.” prodotto da Alfredo Bini. Siamo sul set cinematografico dove si gira un film sulla Passione di Cristo. Stracci, il protagonista, che fa la parte del Ladrone buono, fra una pausa e l’altra della lavorazione cerca di trovare di che sfamarsi, poiché ha dato alla moglie e ai sette figli il suo cestino. Sullo sfondo, raccontati, i personaggi tipici del grande carrozzone cinematografico: il regista, illuminato e assente, il giornalista inconsapevole marionetta del sistema, il produttore, la Maddalena, le altre comparse. Un’ umanità fotografata nel suo rapporto con l’Assoluto e con il profano, come in una sorta di Giudizio Universale, dove Stracci, il generico che diventa protagonista, trasfigurato dalla ricerca del cibo, affronta un Calvario reale ma invisibile a tutti gli altri.    Antonello Fassari

31 ottobre - 1 novembre 2010 | Sala Grande | dom ore 21.15 | lun ore 21.15
biglietto unico 25€ |

Carnet Piccola Rassegna Pasolini >> 35€
La ricotta
Lettere a Silvana - lettura di Filippo Timi 
Come un cane senza pardrone - lettura di MOTUS