GIULIO CESARE DI SHAKESPEARE
  17/05/2010    05/06/2010 
 

Laboratorio di specializzazione per attori

Condotto da LAURA PASETTI

Il mio modo di lavorare consiste innanzitutto nello stimolare la consapevolezza del corpo partendo dalle zone periferiche e risalendo al riconoscimento degli impulsi. Si basa su informazioni concrete date dal corpo (non dalle emozioni) per cercare il modo migliore di interpretare una situazione. Le emozioni non sono riproducibili, mentre l’attore deve essere in grado di riprodurre lo stato fisico necessario per creare una determinata situazione anche per cento repliche.

Il testo di Shakespeare verrà studiato all'interno di un percorso che partendo dall'analisi drammaturgica coinvolgerà gli attori in un lavoro di costruzione e di ricerca fino a porre le basi per la messa in scena. Molto spazio verrà dedicato alla comprensione della struttura e delle situazioni proposte dal testo.

I partecipanti verranno coinvolti in una pratica giornaliera di warm up, training e studio tecnico che prevede l’utilizzo di esercizi mirati alla formazione del gruppo e all'approfondimento personale. Si darà molta importanza alla formazione dell'ensamble e al training collettivo, focalizzando l'attenzione sugli esercizi e sulle tecniche più utili al lavoro corale. Ad ogni partecipante verrà assegnato un ruolo da testo in base alle capacità e all'esperienza. Lo studio del ruolo verrà approfondito individualmente con l'insegnante e coralmente nella pratica della scena.

Il risultato sarà una mise en space pubblica creata dal gruppo e coordinata dall'insegnante in cui i partecipanti saranno guidati a fermare il processo creativo e a proporre un'interpretazione del testo come se si trattasse di una prima tappa nel percorso per la messa in scena. Ai partecipanti verrà chiesto di contribuire alla preparazione della presentazione pubblica assumendosi vari compiti “dietro le quinte” a seconda delle inclinazioni e delle abilità.

Progetto a cura di    


DURATA:

Dal 17 maggio al 5 giugno, con il seguente orario: Insegnamento: 14.30 - 19.30 dal lunedì al sabato
Studio individuale: 14 - 14.30 e 19.30 - 20.30
Domenica riposo
PARTECIPANTI: Lo stage è indirizzato ad attori e allievi di scuole di recitazione e a coloro che hanno acquisito una formazione teatrale di base. Numero massimo di partecipanti: 18. E’ prevista la presenza di uditori.
SEDE DEL CORSO: Teatro Franco Parenti, Via Pier Lombardo 14, Milano.
ISCRIZIONI: Inviare richiesta di partecipazione con curriculum vitae e fotografia a laboratori@teatrofrancoparenti.com È prevista una selezione su curriculum.
QUOTA DI PARTECIPAZIONE: € 460,00 con versamento del 30% (140 euro) ad accettazione della domanda di iscrizione come caparra entro il 17 aprile e saldo entro il 17 maggio con bonifico bancario su c/c IT88N 01030 01610 000000501812 intestato a Associazione Pier Lombardo. Uditori € 100,00.

LABORATORIO DI TRADUZIONE:
Il laboratorio è aperto anche a un piccolo gruppo di studenti che lavoreranno alla traduzione e all'adattamento del Giulio Cesare e parteciperanno alla messa in scena con gli attori. I traduttori lavoreranno dall’inizio di maggio e una volta avviato il laboratorio potranno seguire il lavoro di interpretazione da vicino traducendo in base alle esigenze della drammaturgia e della regia. Il lavoro sarà coordinato da Astrid Bernasconi.
La quota di partecipazione è di 100 euro.

Per iscriversi è necessario versare il 50% (pari a 50 euro) come caparra con bonifico bancario su c/c IT88N 01030 01610 000000501812 intestato a Associazione Pier Lombardo indicando come causale "Laboratorio Giulio Cesare - Traduzione" entro il 17 aprile 2010. Il saldo della quota di partecipazione dovrà avvenire entro il 17 maggio 2010. E' prevista una selezione su curriculum (da inviare a questa mail) a cura di Astrid Bernasconi.