KAMERA TEL AVIV
  29/11/2009    29/11/2009 
 

Cortometraggi  sui molteplici aspetti e sui mille volti di una societa’ dinamica e multiculturale, non esente da profonde contraddizioni. I film realizzati nel 2008 sono di giovani registi:

Efshar Lirkod (You can dance) di Maya Macmanus e Shlomit Friedmam (Israele 2008, 20’): cortometraggio di due studentesse del Dipartimento di cinema e televisione  dell’Universita’ di Tel Aviv ci conduce in un viaggio nostalgico tra i musicisti di strada della citta’, in maggioranza immigrati russi.

Otobus (Autobus) di Shany Littman (Israele 2008, 15’): la camera  di Shani Littman, studentessa dell’Universita’di Tel Aviv, accompagna cinque passeggeri di un autobus che tutti i giorni fanno lo stesso tragitto dal loro domicilio fino al posto di lavoro.

Sherif ‘ironi  (Local Sheriff) di  Limor Ofri Glick (Israele 2008, 21’): cortometraggio dell’Universita’ di Tel Aviv. Violenza, solitudine, eccentricita’: la Tel Aviv notturna raccontata da un poliziotto che conosce tutti i segreti  della citta’ di notte.  

I cortometraggi saranno proiettati al termine della replica dello spettacolo
Masked - Legami di Sangue, testo del drammaturgo israeliano Ilan Hatsor e regia di Maddalena Fallucchi.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti.