TRA TEATRO E CINEMA
  11/10/2009    25/10/2009 
 

                                                                          


presentano

TRA TEATRO E CINEMA
PINTER E DINTORNI

Rassegna cinematografica con le sceneggiature di Harold Pinter

Rassegna a cura di Lorenzo Vitalone

Domenica 11ottobre
Tradimenti
Regia di di David Jones
con Jeremy Irons, Ben Kingsley, Patricia Hodge
1983 - Titolo originale Betrayal
Commedia, durata 95 minuti

Lui, Robert, fa l'editore. Lei, Emma, è sua moglie. L'altro, Jerry, l'agente letterario. Esiste anche Judith, moglie di Jerry, ma non si vede mai. L'azione su un arco di nove anni (sette di adulterio) è raccontata alla rovescia. Teatro in scatola, ma di qualità extra. È una commedia (1978) di Harold Pinter che l'ha adattata per lo schermo. Non è una macchina teatrale ben oliata alla Noël Coward: il lavoro sul tempo della memoria e su quello cinematografico cancella le tracce del palcoscenico. Sotto il tema dell'adulterio appaiono altri tradimenti. 

Così la stampa:
[…] l'occasione è buona per rileggere un  testo che il linguaggio dello schermo consente forse di frugare più addentro (Giovanni Grazzini , Corriere della Sera) 


Domenica 18 ottobre
Quiller Memorandum

Regia di Michael Anderson
Sceneggiatura di Harold Pinter
con Senta Berger, Peter Carsten,  Robert Flemyng, Alec Guinness,  Robert Helpmann, George Sanders,  Edith Schneider,  George Segal,  Max Von sydow, Ernest Walder
1966 – titolo originale The Quiller Memorandum
Genere Spionaggio

L'agente Quiller viene inviato a Berlino con l'incarico di scoprire i capi di  una misteriosa organizzazione neonazista che, nell'intento di impadronirsi del potere, non bada ad eliminare spietatamente gli avversari. Quiller, pur sapendo della scomparsa dell'agente che l'aveva preceduto nello stesso incarico, decide di agire da solo e senza armi; anzi si fa subito individuare da quelli che deve combattere e si fa volutamente rapire e drogare per trovarsi nel quartier generale del movimento proprio dove intendeva arrivare. Fortunatamente i suoi rapinatori lo lasciano in vita, non avendo potuto scoprire nulla di sostanziale nelle sue farneticanti parole, e lo seguono con la speranza di servirsene per individuare l'organizzazione poliziesca che li sta combattendo. Ammonito dal diretto superiore a non prestarsi al gioco degli avversari, Quiller per mezzo di  Inge, una giovane maestra con la quale fa amicizia, individua il covo avversario e lo segnala in tempo ai suoi. Ma quando la missione è materialmente compiuta, a Quiller si rivelano alcuni punti oscuri nei confronti di Inge, che l'agente credeva estranea al movimento. Quiller allora si allontana amaramente, convinto  di avere tagliata soltanto una delle teste della pericolosa idra nazista.
 


Domenica 25 ottobre
Il Servo

Regia di Joseph Losey e Harold Pinter
Sceneggiatura di Harold Pinter
con Dirk Bogarde, Sarah Miles, Wendly Craig, James Fox, Catherine Lacey,
Anna Firbank, Richard Vernon, Harold Pinter, Alan Owen, Jill Medford
1963 – titolo originale The servant
Genere  Drammatico

Tony, dopo aver acquistato una vecchia, grande casa in un quartiere alla moda, assume come cameriere Barrett. Questi, avendo intuito il carattere debole del padrone, lo circonda di attenzioni premurose e gli introduce in casa un'attraente ragazza, Vera, facendola passare per sua sorella, e adoperandosi perchè Tony se ne innamori, sebbene questi sia fidanzato con Susan. Quando Tony scopre che Vera non è la sorella di Barrett ma la sua amante, scaccia di casa entrambi. Rimane solo, abbandonato anche da Susan; ma la solitudine lo deprime gravemente: un fortuito incontro con Barrett gli dà l'occasione per assumerlo nuovamente. Ora pero' Barrett agisce da padrone e come tale maltratta Tony. Questi, ormai succubo di Barrett, si aggira per la casa come un demente, scivolando lentamente verso la piu' completa abiezione.