AL MERCATO - Spazio MIL Sesto San Giovanni -
  14/04/2010    17/04/2010 
 

Che lo scambio avvenga in generosa giustizia perché non renda gli uni avidi e gli altri affamati K. Gibran
scenografia Barbara Petrecca
drammaturgia Marica Stocchi
ideazione e regia Andrée Ruth Shammah
con Thuline Andreoni, Benedetta Borciani,  Fiorenza Brogi, Filippo Cesaris, Paolo Ciarchi, Teodoro Giuliani, Franco Maino, Alberto Mancioppi,
Bob Marchese, Giorgio Nocerino, Margherita Ramella, Luca Sandri, Federica Tripodi, Marco Vergani,
Anna Zapparoli, La dual Band,
Produzione Teatro Franco Parenti
Progetto nato per EXPO 2015 Festival Internazionale dell’Alimentazione, I Edizione
Un’esperienza di vita negli spazi di un teatro invaso da bancarelle come un vero mercato dove, nell’atmosfera suggestiva ricreata da Andrée Ruth Shammah, in vendita non sono solo le merci ma poesia, storie e fantasia per riscoprire il vero valore del cibo in tempi di globalizzazione.
 

Bancarelle in sala e nel foyer, attori che vendono pane, latte, verdure. Andrée Ruth Shammah reinventa l’ atmosfera di grande suggestione di un vero mercato dove, oltre alla merce, si vendono fantasia e poesia per riscoprire il vero valore del cibo nell’epoca della globalizzazione. C’è anche una magica macchina ecologica che recupera l’acqua e la terra sfruttate senza giudizio dagli uomini.

I diversi personaggi distribuiti fra i banchetti, un ortolano, un pescivendolo, la lattaia, un arrotino, il panettiere, diventano il pretesto per vivere in modo nuovo, informale, teatrale e leggero i temi di alimentazione e ambiente, i temi di EXPO 2015.

Gli attori rappresentano un gruppo di utopisti, una compagnia di girovaghi con le loro storie personali e i loro litigi. Personaggi che vendono qualcosa di impalpabile. Il panettiere non vende il pane ma l amore di fare il pane, la lattaia canta il latte, e poi ci sono il poeta che scrive preghiere per chi non le ha, apparizioni di fioraie, una festa di ragazzini. Un mercato ideale, uno scambio “che non renda gli uni avidi e gli altri affamati” come scriveva Gibran in una sua poesia. Più che uno spettacolo tradizionale, un’ esperienza di vita.

“Al mercato” si sviluppa con leggerezza in vari luoghi deputati per raccontare con bravi attori quali Fiorenza Brogi, Bob Marchese, Alberto Mancioppi, Roberto Trifirò, l’estroso musicista Paolo Ciarchi, come la semplicità complessa e colta della natura e la forza dell’immaginario possano cambiare il mondo.
Magda Poli – Corriere della Sera

Bancarelle in sala e nel foyer, attori che vendono pane, latte, verdure. Andrée Ruth Shammah reinventa l’ atmosfera di grande suggestione di un vero mercato dove, oltre alla merce, si vendono fantasia e poesia per riscoprire il vero valore del cibo nell’epoca della globalizzazione. C’è anche una magica macchina ecologica che recupera l’acqua e la terra sfruttate senza giudizio dagli uomini.

I diversi personaggi distribuiti fra i banchetti, un ortolano, un pescivendolo, la lattaia, un arrotino, il panettiere, diventano il pretesto per vivere in modo nuovo, informale, teatrale e leggero i temi di alimentazione e ambiente, i temi di EXPO 2015.

Gli attori rappresentano un gruppo di utopisti, una compagnia di girovaghi con le loro storie personali e i loro litigi. Personaggi che vendono qualcosa di impalpabile. Il panettiere non vende il pane ma l amore di fare il pane, la lattaia canta il latte, e poi ci sono il poeta che scrive preghiere per chi non le ha, apparizioni di fioraie, una festa di ragazzini. Un mercato ideale, uno scambio “che non renda gli uni avidi e gli altri affamati” come scriveva Gibran in una sua poesia. Più che uno spettacolo tradizionale, un’ esperienza di vita.

Al mercato si sviluppa con leggerezza in vari luoghi deputati per raccontare con bravi attori quali Fiorenza Brogi, Bob Marchese, Alberto Mancioppi, Roberto Trifirò, l’estroso musicista Paolo Ciarchi, come la semplicità complessa e colta della natura e la forza dell’immaginario possano cambiare il mondo.
Magda Poli – Corriere della Sera

Spazio MIL- Sesto San Giovanni
come raggiungere lo Spazio MIL >>

Biglietti
14, 16, 17 aprile >> intero 15€ - ridotto studenti 8€


        Si ringrazia