PERSONE NATURALI E STRAFOTTENTI
  20/04    09/05

di Giuseppe Patroni Griffi
regia Luciano Melchionna
con Vladimir Luxuria, Daniele Russo
con Timothy Martin
e con la partecipazione di Maria Luisa Santella
scene Alessandro Marrazzo, costumi Michela Marino
luci Camilla Piccioni, musiche Riccardo Regoli

Produzione Teatro Franco Parenti - Teatro stabile di Napoli - Teatro Bellini

Una delle più belle e struggenti commedie di Giuseppe Patroni Griffi, che nel 1974 conquistò il pubblico per l¹intensità divertente e disperata di una storia di solitudine e speranze diseredate. Testo scandalo, Persone naturali e strafottenti torna in scena oggi a dare conto di una drammaturgia, quella di Patroni Griffi, forte e profonda, tutta ancora da esplorare e comprendere che il Teatro Bellini  e il Teatro Franco Parenti hanno voluto ritrovare incontrando il gusto aspro di quella scrittura. Tre grandi attori la proposero la prima volta, Pupella Maggio, Mariano Rigillo e il giovane Gabriele Lavia e altri ne furono interpreti successivamente, Angela Pagano, Lino Capolicchio e Lorenzo Lavia. Oggi l¹affittacamere Violante è una strepitosa Maria Luisa Santella, Vladimir Luxuria è una Mariacallàs ironica e cupa, Timothy Martin dà al sua Byron grinta e furore ribelle e a Daniele Russo va il merito di un¹inquetante centralità con il suo Fred smarrito e insicuro, sognatore e complice di un desiderio omosessuale sicuro e non nascosto.  Una storia di sesso vissuta a Napoli nella notte di Capodanno,
quattro personaggi che insieme vivono la loro notte eroica, come un¹apocalisse eccitata, aspettando una guerra da vincere e una felicità che tarda a venire.




  Foto di Tommaso Le Pera

Questa messa in scena di Persone naturali e strafottenti calata senza sforzo nell'oggi ma rispettosa dell'originale attualità di ieri e sempre. si ambienta, sì, in uno spazio a cui si accede come nella discesa ai misteri del sottosuolo quei misteri che nasconde ogni 'basso' napoletano/umano, ma non siamo sottoterra, siamo in un possibile luogo abitato di questo 'mondo civile' [...]
Siamo in una fogna a cielo aperto, dove è relegata e conservata 'la miseria umana' come in un'ampolla, osservata a vista e 'contenuta a distanza'.
Luciano Melchionna

Giuseppe Patroni Griffi (1921 - 2005) è stato drammaturgo, scrittore, regista teatrale e cinematografico. E’ considerato uno dei massimi esponenti del mondo della cultura e dello spettacolo nel secondo dopoguerra italiano. I suoi personaggi, spesso in anticipo sui tempi, sono sempre trasgressivi, portatori di una visione del mondo sensuale e libertaria che tende a scardinare i tabù sociali legati alla sessualità e le sue storie sono come laboratori di sperimentazione di tutte le dinamiche erotico-sentimentali possibili, in cui l'omosessualità ha sempre un ruolo di primo piano.

Così la stampa
Disperazioni e sorridi: brava Luxuria, Magda Poli - Corriere della Sera 28 aprile 2010 
'Persone Naturali e Strafottenti' per una storia intensa e disperata, Giulio Baffi - Repubblica — 26 marzo 2010 
Il realismo brutale di Patroni Griffi, Alessia Coppola, teatro.org

Sala Grande 
feriali ore 21.00 - festivi ore 16.30
ABBONAMENTO italiana

Biglietti

Intero €32.00
Ridotto under 26,convenzioni  € 22€
Ridotto over 60, convenzioni
€16.00
Ridotto under 18 € 10.00
Biglietteria