LA VACANZA
  20/03    20/03

Reading di Marina Senesi
di M. Senesi e S. Giannini
tratto da “Nient’altro che la Verità” di Sabrina  Giannini  per Report Rai3
sull'omicidio della giornalista del tg3 Ilaria Alpi e dell’operatore Miran Hrovatin
avvenuto in Somalia il 20 marzo 1994
Il giorno 20 marzo  cade il sedicesimo anniversario della morte di Ilaria e Miran.

Da sempre i genitori di Ilaria  lottano con tutte le loro forze  perché resti  viva nell’opinione pubblica la memoria di questo duplice omicidio  senza colpevoli. Li supportano con impegno e dedizione  colleghi giornalisti e amici. Oggi più che mai crediamo sia importante  riproporre il caso Alpi/Hrovatin   a tutti coloro che non lo conoscono o lo confondono con altri casi  o, come auspicato da chi ha fatto di tutto per cancellarne la memoria, non ricordano più.
Marina Senesi, attrice e voce di Radio2 (Caterpillar)  da tre anni porta nei Teatri la vicenda di Ilaria e Miran attraverso  una ricostruzione dei fatti  chiara, comprovata, mai ideologica,  autorizzata dalla famiglia Alpi e presentata in Prima Nazionale al Premio Giornalistico Televisivo Ilaria Alpi di Riccione. Premio Anacapri 2007. L’idea è  tanto semplice quanto efficace:  la messa in scena di una conversazione  privata realmente avvenuta  tra la Senesi e  la giornalista Sabrina Giannini  a cui si devono molte delle inchieste televisive più importanti degli ultimi dieci anni. La trasposizione teatrale che ne è sortita  non e’  un’orazione civile  particolarmente poetica o lirica ma una pièce dal taglio asciutto e informale, a tratti leggero.  Ricondurre il caso  ad un contesto di conversazione privata con il linguaggio che ne consegue,  consente agli innumerevoli complicati snodi tecnici di recuperare d’un tratto tutta la loro illuminante semplicità: "Ma dico io: se sono due anni che chiedi agli americani una foto e loro non te la mandano, a te Farnesina,  ti ci vuole tanto ad alzare il culo,  andare a Washington e prendertela da te? Perché non lo fai? Cosa devo pensare?”   

Così la stampa

Siamo indotti ad apprendere dai suoi toni informali e dal suo consuntivo amichevole, cose piuttosto inquietanti.  La Repubblica    

Con mano leggera si conduce il pubblico in una delle storie più pesanti degli ultimi anni..  La Stampa

Un’eccellente Marina Senesi che rifugge retorica e patetismi per uno stile asciutto, persino leggero.  Spettacolo bello e necessario, anzi obbligatorio.  Liberazione
Spettacolo intelligente, di qualità che sa parlare direttamente al pubblico. Torinosette

“La Vacanza” di Marina Senesi e Sabrina Giannini è merce rara.  Roma c’è

Drammaturgia cronachistica, con intelligenza, fra narrazione e severità documentale. Nel cortocircuito stilistico (atmosfera privata vs rigore dello sviluppo) si rivive il 20 marzo 1994  Epolis-cultura

Il piglio informale della brava Marina Senesi  fa ben risaltare ambiguità e reticenze delle istituzioni italiane. Da vedere!  Vivimilano

Amalgamare  giornalismo televisivo  e drammaturgia per ricavarne teatro civile: operazione difficile ma riuscita. Il Mucchio Selvaggio

“Mi ha molto colpito come il teatro possa far emergere la parte emozionale del mio lavoro, quell’anima che le telecamere non possono e non devono riprendere.”  Afferma la giornalista di Report Sabrina Giannini, autore “tecnico” del testo nonché garante dei fatti raccontati dalla Senesi.    Corriere della Sera


Sabato 20 marzo 18,30

Sala

Biglietti

Prezzo unico 8€