> IL SALONE PIER LOMBARDO

> IL TEATRO FRANCO PARENTI E LA POETICA DI ANDRÉE RUTH SHAMMAH [...]

> LA RICERCA DI UN REPERTORIO [...]

> IL BISOGNO DI TRASFORMARSI [...]

> DENTRO LA CONTEMPORANEITA', IL TEATRO DELLA CITTA' [...]

> LA CULTURA EBRAICA [...] 

 

> LA MUSICA E IL TEATRO MUSICALE [...]

Da sempre Andrée Ruth Shammah ha dedicato attenzione alla musica e al teatro musicale a partire dalle regie di Variété di Mauricio Kagel ed Elisir d’amore di Donizetti  in scena alla Scala nell’81 e nell’88 e con i concerti di Laura Alvini. Con la Società dell’Opera Buffa il Teatro Franco Parenti produce dal ‘96 alcuni incantevoli spettacoli quali Falstaff con la regia di Beni Montresor, La cecchina e Il Barbiere di Siviglia di Paisiello, con la regia Andrée Ruth Shammah, piccolo capolavoro di freschezza ed eleganza, rappresentato oltre che in sede, anche al Fraschini di Pavia e al Teatro Arcimboldi. L’attenzione alle eccellenze musicali si è espressa con la rassegna Stranieri tra tutti i popoli del mondo a cura di Gianni Morelenbaum che ha visto sul palco dell’Auditorium di Milano Ute Lemper, The Manhattan Transfer, Uri Caine Ensemble, Dave Douglas, Lee Konitz, Steve Swallow, Jack Dejohnette, Diamanda Galas. Nel novembre 2007, la sede rinnovata di via Pier Lombardo apre con un concerto di David Krakauer, fra i più celebrati clarinettisti della scena contemporanea che si esibisce con effetti spettacolari assieme a DJ SoCalled. Il concerto inaugura il progetto Quando la musica afferra la vita e scava il cielo del quale fanno parte il concerto de Les Yeux Noirs al Teatro Dal Verme e Nothing but music con Giora Feidman, il re del klezmer con il suo spettacolo-biografia. Con il Festival MiTo vengono prodotti spettacoli di teatro musicale nel 2008 e 2009.

 

> RIFLESSIONE E DIBATTITO [...]

> TEATRO E DANZA [...]

> LA SEDE RINNOVATA. CONTAMINAZIONI FRA LINGUAGGI. LA DRAMMATURGIA ITALIANA