BELARUS FREE THEATRE
 ZONE OF SILENCE 
 
MODERNA EPOPEA BIELORUSSA IN TRE CAPITOLI
  24-25-26 novembre ore 20.30

E' uno spettacolo suddiviso in tre parti legate da un filo comune: 
l’invito a riflettere su diversi argomenti di cui non è consentito parlare apertamente nella società bielorussa,
ovvero l’infanzia difficile, la diversità e le statistiche >>

Per il complesso della sua attività nel 2008 il Belarus Free Theatre 
ha ricevuto il Premio dei Diritti dell’Uomo della Repubblica Francese
– unica istituzione culturale a riceverla –
e una menzione speciale nella sezione Nuove Realtà del Premio Europa per il Teatro.

"Al Franco Parenti possiamo assistere in questi giorni ad un grande miracolo della forza morale del teatro. Un gruppo di teatranti bielorussi, discriminati da un regime che arresta il pubblico che partecipa ai loro spettacoli clandestini, ha reso universale il dramma di un Paese di cui in Italia nessuno parla mai.
Chi esce dalla loro rappresentazione si sente diverso e prova due sensazioni sorprendenti. Capisce che di fronte alle loro parole tutti noi non possiamo che sentirci bielorussi, perché la loro storia ci commuove. Non sapevamo niente di quel paese ed ora improvvisamente ci sentiamo solidali a chi è oppresso da uno dei regimi che sotto nuove spoglie ripropone le dinamiche del totalitarismo sovietico. 

E poi dopo lo spettacolo si capisce come anche noi viviamo all'interno di una grave degenerazione morale: non sappiamo niente di quel paese e delle sue sofferenze non per caso o per cattiva informazione, ma soltanto perché da noi da troppo tempo è venuta meno la gerarchia dei valori culturali fondamentali. 

Non siamo in ascolto perché vince da noi una strana dittatura: quella della banalità e delle stupidaggini.

Ecco la forza di "Zone of silence". 

Ritorniamo finalmente alla realtà e ci sentiamo meglio."

Gabriele Nissim
Presidente del Comitato Foresta dei Giusti
http://gariwo.net/