SHARE
 
 
di Theodor Holman
tratto dal film di Theo Van Gogh
traduzione di Alessandra Griffoni
regia di Graziano Piazza
con Graziano Piazza e Viola Graziosi

 

 

Pierre Peders, grande reporter, è costretto, suo malgrado, ad intervistare una giovane star della fiction televisiva, la bionda e apparentemente inconsistente Katya. L’incontro tra i due inizia in maniera disastrosa e degenera rapidamente in una sorta di battaglia spietata. Scontro a porte chiuse che attraverso l’analisi sottile delle reazioni psicologiche di ognuno mette in luce una descrizione precisa del mondo interamente teatralizzato che creano quotidianamente i media.
 
Non si distingue più la verità dalla menzogna, né il vero dal falso. Lui sembra appartenere alla cruda realtà, mostrando le ferite procurate dalla guerra. Lei pare non avere nulla di vero, vantando le sue tette finte e la capacità di piangere a comando, ambasciatrice di una cultura pop ai limiti del trash. La lotta dei sessi è anche guerra di culture e classi. Ciascuno rimane fedele ai propri pregiudizi generazionali e al proprio milieu professionale.

Di chi fidarsi quando si assiste al loro confronto? Chi dice il vero? La pièce diventa una disperata ricerca degli ultimi rimasugli di inter-vista “tra” esseri umani; zona grigia “tra” verità e menzogna; trincea in cui il giornalista esplora il territorio femminile con le modalità ciniche di un corrispondente di guerra, a cui l’attrice risponde con le armi della seduzione fino a scardinare in lui le più oscure realtà.
 
Dal cinema al teatro

Theodor Holman è un giornalista, sceneggiatore e presentatore olandese. Ha studiato lingua olandese e Storia presso l’Università di Amsterdam. E’ stato redattore del giornale satirico studentesco Propria Cures.

Intervista
è un adattamento teatrale dell’omonimo film di Theo Van Gogh girato in Olanda nel 2003, che vedeva come protagonisti gli attori Katja Shuurman e Pierre Bokma. Prima di essere assassinato da un fondamentalista religioso, Theo Van Gogh sognava di sbarcare in America e girare un remake di tre dei suoi film con attori internazionali. Per celebrare la sua memoria e il suo lavoro i produttori Bruce Weiss e Gijs van de Westelaken hanno messo in pratica quell’aspirazione, “reclutando” tre registi e attori americani. Il primo film di questo progetto a debuttare sullo schermo è Interview di Steve Buscemi, regista e interprete accanto a Sienna Miller.


L’adattamento teatrale è adesso tradotto in varie lingue tra cui inglese, francese e tedesco. In Germania, per esempio, questo testo è attualmente rappresentato in una ventina di produzioni diverse, con un grandissimo successo di pubblico, mentre quest’anno debutterà un produzione francese.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Non è presente nessun elemento


Non sono presenti date

 
PROSSIMAMENTE