SHARE
 
 
 

testo, interpretazione e regia di Gennaro Cannavacciuolo
pianoforte Dario Pierini
sax-contralto Andrea Tardioli
 

produzione Elsinor Centro di Produzione Teatrale
 

Gennaro Cannavacciuolo canta la vita privata ed artistica di Milly, al secolo Carla Mignone, celebre soubrette partita dal Varietà di provincia e arrivata poi alle sfarzose riviste anteguerra e ai locali scintillanti di New York; una biografia della cantante-attrice piemontese raccontata attraverso le canzoni che tracciano i momenti più significativi della sua vita e della sua carriera.
In un quadro scenografico elegante, con luccichii da sera sul nero dominante, lo spettacolo passa dal varietà degli Anni ‘20, al flirt con il Principe Umberto e all’amore disperato di Cesare Pavese che la cantante mai poté ricambiare. Lo spettacolo celebra Milly fino alla sua maturità artistica: passando dal brillante repertorio di Brecht-Weill fino ai testi più significativi dei cantautori e musicisti degli anni 60-70, quali Endrigo, Lauzi, De Andrè, Aznavour e Piazzolla.

Tra i brani più noti “Parlami d’amore Mariù” che evoca l’incontro con Vittorio De Sica che sfocerà in un’eterna amicizia e “Si fa ma non si dice” quello con Strehler,  che la diresse nel ruolo della sofisticata Jenny delle Spelonche dell'Opera da tre soldi.

Questo è uno straordinario spettacolo di Gennaro Cannavacciuolo [...] Efficacissimo e prodigioso attore e cantante, muove i pannelli in palcoscenico che si riferiscono alla vita della grande artista di cui racconta la storia con assoluta dominanza della musica ma anche del teatro. Il Mattino, F.A.

 

Salva

Salva

Salva

Salva

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Non è presente nessun elemento


Non sono presenti date

 
PROSSIMAMENTE