SHARE
 
 

racconto di scena ideato e diretto
da Sonia Bergamasco
da L’uomo seme di Violette Ailhaud
traduzione di Monica Capuani
drammaturgia musicale a cura di Rodolfo Rossi
e del quartetto vocale Faraualla
con Sonia Bergamasco, Rodolfo Rossi
Loredana Savino, Gabriella Schiavone
Maristella Schiavone, Teresa Vallarella
scene e costumi Barbara Petrecca
luci Cesare Accetta
cura del movimento Elisa Barucchieri
assistente alla regia Mariangela Berardi
elettricista Domenico Ferrari
costumi realizzati presso la sartoria
del Teatro Franco Parenti diretta da Simona Dondoni


produzione Teatro Franco Parenti/Sonia Bergamasco

si ringrazia per la collaborazione Triennale Teatro dell’Arte e il Comune di Lucera
 

Sonia Bergamasco prosegue - dopo Il Ballo, Il Trentesimo Anno, Louise e Renée - la sua esplorazione del femminile attraverso la lingua forte e ventosa di Violette Ailhaud, autrice di uno stupefacente manoscritto.
Sulle montagne dell’Alta Provenza vive una comunità di sole donne che forza i limiti dell’esperienza della guerra – che ha falciato tutti i suoi uomini – per stabilire un patto strepitoso per la vita. Spettacolo corale in forma di ballata, in cui si intrecciano racconto, canto e azione scenica, L’uomo seme è un inno spiazzante all’amore.

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Non è presente nessun elemento


Non sono presenti date

 
PROSSIMAMENTE