SHARE
 
 



Cinegiornale Veltroni

Tra padri e figli, cinquant'anni di storia italiana  

Maurizio Porro
intervista Walter Veltroni, in occasione dello spettacolo Ciao.

Dal libro di Walter Veltroni, l’incontro fantastico tra due generazioni dove la storia del nostro paese si intreccia a vissuti lontani e memorie comuni.

Ciao è il racconto di un dialogo impossibile tra un padre e un figlio. In un giorno di agosto il padre morto all’età di 37 anni si materializza ancora giovane di fronte al figlio, ormai sessantenne, che lo ha sempre cercato. È un racconto sull’assenza, sul bisogno di relazione, sulla dolorosa bellezza della ricerca delle radici della propria vita.

Nel dialogo tra queste due creature si snoda anche la storia d’Italia di molti decenni, una storia di cui i due sono stati testimoni e protagonisti. Sono due Italie che si raccontano e si incrociano e due generazioni che si confrontano: quella del padre, giornalista e giovane dirigente della Rai degli anni sessanta, che ha partecipato alla rinascita del paese nel secondo dopoguerra, e quella del figlio, che ha partecipato ad una stagione dove molti degli ideali nati nel dopoguerra sono entrati in crisi.


Ciao
dal 19 al 30 aprile
di Walter Veltroni
con Massimo Ghini e Francesco Bonomo
regia Piero Maccarinelli
scene e costumi Maurizio Balò
luci Umile Vainieri

 

 
 
 
 
 
 
 

Non è presente nessun elemento


Non sono presenti date

 
PROSSIMAMENTE